Ciliegio in fiore

Ciliegio in fiore origini

Il ciliegio in fiore in Oriente, soprattutto in Giappone, è ormai una tradizione molto importante. La stupenda fioritura di questo albero viene accolta dai nipponici con una festa chiamata Hanami, ossia una celebrazione dedicata specificatamente ai fiori di ciliegio, che spuntano ad aprile. Per i giapponesi questa festa ha un grande valore: la fioritura del ciliegio, infatti, ha un significato molto profondo perché indica la rinascita e la pace interiore ed è un augurio di buona fortuna. Il periodo della fioritura coincide inoltre con la chiusura delle scuole, dunque si è soliti augurare agli studenti una buona fortuna nella loro carriera scolastica e lavorativa proprio attraverso i fiori. Hanami vuol dire la notte del ciliegio e ormai ha esteso il suo fascino anche in occidente: sin dai tempi delle prime spedizioni nel lontano oriente, i viaggiatori rimasero colpiti dallo splendido spettacolo dei ciliegi in fiore, non a caso nel XIX secolo i palazzi dei nobili presentavano affreschi e decorazioni in stile orientale che raffiguravano proprio la fioritura di questo albero.
La festa giapponese Hanami durante la fioritura dei ciliegi

La curva del ciliegio in fiore. Sounds jazz club

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,63€
(Risparmi 1,87€)


Ciliegio in fiore significati

Un viale di ciliegi in fiore Oltre alla rinascita e alla pace, il ciliegio in fiore per i giapponesi indica anche la consapevolezza della caducità della vita e del suo immenso valore che non va sprecato: non a caso, infatti, i fiori del ciliegio durano poco, spuntano in piena primavera ma dopo pochissimo tempo cadono. Proprio la loro caduta deve invitare gli spettatori della fioritura a riflettere su quanto sia breve l’esistenza umana e su quanto sia preziosa; è un invito a viverla fino in fondo e a prepararsi pacificamente a ricongiungersi con la terra, proprio come i fiori. Questi fiori hanno dunque assunto un’importanza notevole nella filosofia giapponese: il ciclo vitale di questa pianta fragile ma bellissima è una metafora significativa della vita umana e si ricollega ai tipici valori della cultura nipponica, che da sempre predica la pace interiore, l’amore per sé stessi e per il mondo che ci circonda. In Giappone la gente festeggia questa ricorrenza con feste e pic nic sui prati, sotto i ciliegi fioriti: al termine della celebrazione, si raccolgono e poi si conservano i fiori caduti.

    Favola per un bambino in fiore. Ediz. a colori

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,5€


    Ciliegio in fiore caratteristiche

    Un ciliegio in fiore in un parco Mentre in oriente il ciliegio è una pianta destinata soprattutto a parchi e viali, in occidente è diventata una pianta da giardino privato, oltre che da parco, proprio perché molta gente vuole poter ammirare lo spettacolo del ciliegio in fiore direttamente a casa propria. Il ciliegio non è un albero difficile da coltivare, basta fare attenzione ad alcune cose: è una pianta forte, resistente e rustica, infatti non teme il freddo intenso. Tuttavia è preferibile posizionarla in una zona soleggiata perché se non riceve luce a sufficienza si rischia di avere una fioritura poco abbondante o addirittura nulla. Se si intende coltivare il ciliegio soprattutto per i suoi frutti, allora conviene piantare almeno due esemplari vicini, affinché l’impollinazione dei fiori produca ciliegie in abbondanza. I fiori e i frutti, però, attirano numerosi insetti come api e vespe, dunque è consigliabile non piantare gli alberi troppo vicino a porte e finestre.


    Ciliegio in fiore cure

    I fiori del ciliegio Per poter godere della vista di un ciliegio in fiore bisogna seguire queste indicazioni: innanzitutto, quando si pone a dimora un esemplare giovane bisogna ricordarsi di annaffiarlo frequentemente, in particolare nei periodi di caldo intenso. Quando la pianta ha raggiunto ormai una certa età e una certa altezza, allora saranno sufficienti delle irrigazioni sporadiche o le acque piovane. Il terreno deve essere ben drenato e non bisogna mai esagerare con l’acqua perché i ristagni potrebbero danneggiare la pianta. Il ciliegio deve essere potato solo nei primi anni per conferire alla chioma una forma armoniosa, altrimenti è sufficiente rimuovere solo eventuali parti danneggiate. In autunno e a fine inverno bisogna provvedere alla concimazione, che va eseguita con dello stallatico da porre alla base del tronco. In alternativa, si può anche usare del concime a base di azoto.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO