Fioriere in plastica rotazionale

vedi anche: Vasi e fioriere

Generalità

Possedere una fioriera di plastica rotazionale vuol dire avere una delle fioriere più belle e confortevoli. Infatti il processo di lavorazione di rotazione della plastica permette ai materiali lavorati con essa di assumere qualsiasi forma. Questo trattamento viene fatto vicino a delle fonti di calore e permette al materiale di durare più a lungo nel tempo non facendolo corrodere in alcun modo. Inoltre è impotante segnalare che la base di queste fioriere può essere sia di cera, e quindi “normale”, oppure lavorata con il nylon rimanendo più sintetica. La plastica rotazionale è differente dagli altri materiali perché riesce ad essere molto resistente dal punto di vista termico, ma ha anche un piccolo difetto, infatti non è biodegradabile. Nonostante questo elemento, sottolineamo che le fioriere fatte in plastica rotazionale vengono utilizzate da molti amanti del genere.
Esempio di fioriera in plastica rotazionale

PFLANZWERK® Vaso da fiori CUBE TOWER TUB DIVIDER Antracite BESTSELLER *Resistente al gelo* *Protezione UV* *Europea di qualità*

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€


Elevata resistenza e varietà di forme

Fioriera in plastica rotazionaleIl fatto che la fioriera in plastica rotazionale sia molto resistente ad ogni tipo di temperatura permette una cosa molto importante, e cioè che anche la pianta al suo interno può resistere al clima caldo oppure troppo freddo. Inoltre nonostante le caratteristiche della fioriera la rendono molto interessante sotto molti aspetti, c’è ne è uno in particolare che la rende ancora migliore sotto il nostro punto di vista. Stiamo parlando del fatto che la plastica rotazionale può assumere moltissime forme differenti che permettono di avere una fioriera diversa dalle altre e quindi unica nel suo genere. Se avete intenzione di comprarne una fioriera di plastica rotazionale, sappiate quindi che in commercio c’è ne sono dei tipi più svariati, ma come abbiamo detto nel capitolo precedente essa potrebbe avere una base di qualsiasi tipo e genere. Le basi più gettonate sono quelle quadrate e circolari, ma se volete potrete anche averla nella forma che più preferite. L’importante è che l’area della base sia grande abbastanza da tenere la piante ben salda al suo interno. Inoltre se pensata che la plastica possa essere un danno per l’ambiente, siamo qui per rivelarvi che negli ultimi anni essa si è rinnovata alla grande, e quindi è sempre più richiesta, soprattutto per gli arredamenti da giardino.

  • Esempio di fioriera in cemento Le fioriere in cemento sono conosciute nell’ambito del giardinaggio per essere molto resistenti. Il cemento infatti viene utilizzato molto per moltissimi materiali costruiti per l’ambiente esterno. Il...
  • Esempio di fioriera angolare in legno La necessita di creare le fioriere angolari è nata dal fatto che si voleva occupare ogni spazio del giardino, anche gli angoli, che quasi sempre rimanevano spogli. Molti , prima di questa invenzione, ...
  • Esempio di fioriera in resina In questa pagina andremo a trattare un tipo di fioriera molto apprezzata, a causa di numerosissime proprietà racchiuse al suo interno. Stiamo parlando delle fioriere in resina , le quali sono molto im...
  • fioriera originale per il giardino Avere una casa con giardino significa soprattutto poter approfittare di uno spazio in più da arredare secondo il proprio gusto, insomma, è un po’ il sogno proibito di tutte le persone che non vedono l...

Fioriera Style In Pvc Verde

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Uso e durata illimitata

L’uso delle fioriere fatte in plastiche rotazionali è sempre più assiduo nei giardini italiani, anche perché la plastica a differenza degli altri materiali fa si che può essere colorata con le tinte più svariegate senza apportare alcun danneggiamento alle piante ed ai fiori del giardino. Per questo motivo esse stanno avendo un grande successo, perché posso essere riposte all’interno dei giardini senza apportare nessun fastidio, ed inoltre regalano anche quel tocco di estetica in più a tutto l’ambiente che le circonda. L’unico difetto che dobbiamo purtroppo sottolineare è che la plastica rotazionale non può essere riutilizzata, anche se negli ultimi anni ci sono stati degli studi che hanno cercato di superare questo problema. Anche oggi e nel futuro gli studi proseguiranno e voci dicono che sia stia già trovando una soluzione. Nonostante questo le fioriere fatte in plastica rotazionale risultano essere tra le più vendute, perché hanno il grande vantaggio di durare a lungo nel tempo, e quindi acquistando questo tipo di fioriere risparmierete anche molti soldi. Completiamo questo paragrafo dicendovi che la plastica rotazionale ha permesso di costruire anche le fioriere impiliate, cioè unite l’una accanto all’altra occupando in questo modo meno spazio possibile.


Nuovi modelli

Siccome la plastica rotazionale si sta rinnovando sempre di più dobbiamo dirvi che ci sono sempre più modelli in commercio da acquistare e tenere nel proprio giardino. A volte vediamo questi modelli sia nei giardini privati che nei locali pubblici, anche perché a causa delle loro forme e colori stravaganti riescono a catturare l’attenzione dei passanti e attirare in questo modo più gente all’interno di un locale. Inoltre vogliamo sottolineare che anche se possono essere riposte in spazi molto stretti, vi conviene di utilizzare un numero di fioriere di plastica rotazionale, adattandole allo spazio che avete a disposizione, infatti se possedete un piccolo pezzo di terreno non vi conviene di ricoprirlo di fioriere, altrimenti otterrete l’effetto contrario. E guardate che non è il massimo avere un giardino troppo intasato di fioriere.


Fioriere in plastica rotazionale: Varietà di scelta

Se avete intenzione di acquistare una fioriera in plastica rotazionale per il vostro giardino, non dovete fare altro che andare verso i rivenditori specializzati oppure su internet. In tutte e due i casi è possibile richiedere la fioriera che più si desidera, cercando di farla realizzare secondo le proprie idee personali. L’unica cosa di cui dovete tenere conto è che la fioriera può contenere una pianta al suo interno, a patto che abbiano quasi la stessa grandezza. In poche parole non potete mettere una pianta grande all’interno di una piccola fioriera, perché potrebbe rivoltarsi, oppure nel caso contrario rende invisibile la pianta. In questo caso non rispetterete la prima regola dell'arredamento del giardino, e cioè quella di valorizzare le piante al suo interno. Speriamo quindi di non avervi annoiato e di essere riusciti a descrivere in pieno le fioriere in plastica rotazionale.



COMMENTI SULL' ARTICOLO