Tisana drenante

Che cos'è una tisana drenante?

La tisana drenante è un estratto di piante officinali ed erbe ad azione diuretica e composta principalmente di sali minerali e fibre. Essa è un valido sostituto dei farmaci contro la ritenzione idrica perché sfrutta le proprietà di varie piante che in maniera naturale ne svolgono le stesse azioni. Una tisana drenante può essere composta di un numero limitato di piante, non più di cinque, onde evitare che abbia effetti troppo lievi perché gli ingredienti sono presenti in scarsa quantità o di ingenerare effetti contrastanti perché troppo numerosi. Le modalità di preparazione devono tenere conto delle tipologie dell'insieme di piante per non perderne le proprietà terapeutiche. Per estrarre le sostanze benefiche delle piante si usa la proprietà solvente dell'acqua, calda nel caso di infusi e decotti e fredda nel caso di piante macerate.
Acqua calda, erbe e teiera: il necessario per preparare una tisana.

L'Angelica - Tisana a Freddo Drenante Anticell, Gusto Ananas e Pompelmo - 2 confezioni da 15 filtri [30 filtri, 60 g]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5,98€


Utilità delle tisane drenanti

Uno dei modi per preparare una tisana è per infusione. La tisana drenante è conosciuta come efficace soluzione naturale ai problemi di ritenzione idrica. Usata anche per depurare l'organismo, è indicata anche per la sindrome premestruale o la predisposizione ai calcoli renali e alla renella, per le patologie urinarie (cistiti, infezioni, calcoli renali) ed extra urinarie (ipertensione arteriosa o edemi da insufficienza cardiaca). Il gonfiore alle gambe e alla pancia, il mal di testa e l'irritabilità tipici della sindrome premestruale possono essere alleviati da alcune piante dotate di effetto drenante e rilassante che aiutano ad eliminare le tossine degli accumuli di lipidi: quando si dimagrisce e le tossine dei lipidi vengono liberate le tisane contrastano la reazione naturale del corpo di accumulare altro grasso per proteggersi, oltre ad alleviare anche il senso di fame. I sali minerali, uniti all'acido silicico del miglio e dell'equiseto, favoriscono la circolazione sanguigna e l'elasticità dei tessuti, assicurando il flusso dei liquidi: le tisane drenanti quindi aiutano l'organismo contro le patologie che colpiscono le vie urinarie, come infezioni, calcoli renali, o cistiti.

  • tisanadrenante_zps29832946 I ritmi forsennati della vita moderna ci costringono ad assumere abitudini frettolose ed altamente dannose per la nostra salute, come posizioni scorrette ed errata alimentazione. Quest’ultima, caratte...
  • infusodrenante1 Un’alimentazione troppo ricca di sale e di grassi può essere alla base dell’eccessivo accumulo di liquidi all’interno del corpo, con comparsa di gonfiori diffusi o, peggio, di cellulite. I danni estet...
  • Ritenzione idrica tisane La ritenzione idrica è uno dei principali responsabili della sensazione di gonfiore che interessa i piedi, le caviglie e le gambe, oltre a dare origine a disturbi secondari come la cellulite. I fattor...
  • Occorrente per preparare un infuso Quando decidiamo di perdere qualche chilo di troppo spesso accade che, nonostante il nostro impegno, i risultati fatichino ad arrivare. È possibile allora aiutare l'ago della bilancia a scendere sfrut...

L'Angelica Tisana a Freddo Drenante Anticell - 30 gr

Prezzo: in offerta su Amazon a: 4,02€


Le piante ad azione drenante

Si può preparare una tisana con il metodo del decotto. Le piante che possono trattare l'eccessivo accumulo di liquidi, ad esempio negli edemi degli arti inferiori da insufficienza venosa e cellulite, sono la vite rossa o la centella asiatica. L'uva ursina, con la sua azione antisettica, e la camomilla con la sua proprietà decongestionante e antispastica sono ottime per le infezioni urinarie. Le piante che svolgono un'azione dolcificante sono la melissa, la verbena, la menta, la liquirizia, l'anice verde, l'arancio, il basilico, il finocchio e il gelsomino. Le parti delle piante ad azione drenante più usate sono queste: le parti aeree (parte della pianta che cresce al di sopra del terreno) dell'equiseto e della pilosella, la pianta fiorita e le radici dell'ortica, le foglie della betulla e dell'ortosifon, la radice del tarassaco e dell'ononide spinosa, il rizoma e le radici dell'asparago, ciliegio (peduncoli dei frutti), le foglie e i semi del frassino, il rizoma della gramigna, le barbe del mais, le parti aeree le radici del prezzemolo e i fiori della verga d'oro.


Tisana drenante: Come preparare una tisana casalinga

Un altro modo per preparare una tisana è con la macerazione. Ci sono tre metodi per preparare una tisana: con l'infusione, lasciando le piante in acqua bollente per dieci-quindici minuti; con il decotto, facendo bollire con l’acqua a fuoco lento per cinque o sei minuti le parti più dure della pianta (ad esempio la corteccia), per poi filtrarle; con la macerazione, lasciando in acqua fredda per un lungo periodo di tempo le parti della pianta. Le piante non vanno mai bollite per non perdere i principi benefici. Quando si assumono le tisane drenanti è bene ridurre l'apporto di sodio (mai superare i 2 grammi al giorno). Un'ottima tisana drenante da preparare in casa è quella con la gramigna, la radice di betulla, le foglie di verga d'oro, l'ononide, la radice di liquirizia: si prepara un infuso da assumere fino a tre volte al giorno (250 ml circa). La tisana con equiseto, barbe del mais, foglie di uva ursina e foglie di menta piperita si fa bollire per circa 20-30 minuti ed è utile per le infezioni delle vie urinarie.



COMMENTI SULL' ARTICOLO