Coleottero dorifora

Caratteristiche dell'insetto dorifora

La dorifora, o Leptinotarsa decemlineata, è un insetto che attacca le piante appartenenti alla famiglia delle solanacee: la pianta maggiormente attaccata è la patata, ma è possibile che attacchi anche il pomodoro e il peperone. Fa parte della famiglia dei Chrysomelidae ed è un insetto dell'ordine dei coleotteri, ha inoltre origini nord americane. Gli adulti si riconoscono per via delle ali anteriori che hanno un colore bianco-giallastro e sopra di esse si trovano dieci linee di colore nero. Il totorace è arancione-rossastro e su tutto il corpo hanno dei puntini neri sparsi. Hanno una lunghezza media di 8-12 millimetri. Le larve, invece, hanno una lunghezza media di 10-15 millimetri e sono di colore arancione-rossastro. Ai lati hanno delle sporgenze rotondeggianti nere. Le uova sono giallastre di forma ellittico-cilindrica e si trovano sulla pagina fogliare a gruppi.
Esemplare adulto dorifora

99.99% pure grade fiori di zolfo in polvere 1.2 kg in HDPE Jerry can, spedizione gratuita, quando aggiunto al suolo o mezzo di crescita, it can rapidamente corretta di pH.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€


Le fasi del ciclo biologico della dorifora

Larva dorifora La dorifora adulta trascorre l'inverno sottoterra, a circa 20-30 centimetri di profondità. Una volta che le temperature si alzano e il terreno si scalda fino a 14°C gli insetti escono, da lì iniziano a nutrirsi subito delle piante. In seguito si accoppiano e depongono le uova nella pagina fogliare inferiore della pianta. Nasce la prima generazione delle larve, le quali si nutrono anch'esse delle piante danneggiandole e continuano l'azione trofica assieme agli adulti, i quali generalmente rimangono sulla pianta. Dopo circa tre settimane le larve raggiungono la maturazione e si interrano nel suolo a circa 10-20 centimetri di profondità, lì si impupano e questa fase dà poi origine alla seconda generazione estiva. Generalmente la dorifora effettua da una a due-tre generazioni all'anno, le quali dipendono però dalle condizioni climatiche e ambientali.

  • Punteruolo rosso Il punteruolo rosso è un coleottero di dimensioni ridotte, che tuttavia può risultare pericolosissimo per le palme. L'insetto adulto misura circa 30/45 mm ed è caratterizzato dal suo colore rosso brun...
  • Bruco americano Questo parassita di origine nord-americana, è stato introdotto in Europa nel 1940 e si è diffuso rapidamente in Italia tra il 1975 e il 1977 attraverso i mezzi di trasporto, causando gravi danni alle ...
  • parassiti piante Quando si parla di attacco parassitario alle specie arboree ci si riferisce a degli insetti, anche di piccolissime dimensioni, che infestano gli esemplari durante determinate fasi del loro sviluppo. I...
  • larve di cavolaia Quando decidiamo di dotare la nostra abitazione di un giardino, noi non solo scegliamo di avere un pezzetto di natura tutto per noi, provando a prendercene cura come un hobby ma anche desiderando di r...

Insetticida acaricida piante e fiori acari cocciniglia afidi .. ML.400 - PEZZI 2

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,3€


Come eseguire la lotta biologica alla dorifora

Coleottero carabide Prima di passare all'utilizzo di insetticidi e lotta chimica è possibile combattere la dorifora attraverso la lotta biologica. Si possono asportare le uova dell'insetto manualmente, tuttavia non è una soluzione del tutto efficace in quanto è molto difficile rimuovere tutte le uova: oltre ad essere un'operazione che richiede molto tempo e pazienza, esse tendono ad essere coriacee e questo richiede dello sforzo fisico, specialmente se le piante sono tante. Un altro metodo con maggiore efficacia è quello di applicare la rotazione colturale: bisogna evitare di coltivare lo stesso tipo di coltura solanacea una di seguito all'altra, questo permette di togliere il nutrimento necessario agli insetti che stanno svernando. Infine si possono utilizzare gli insetti antagonisti della dorifora, tutt'ora il metodo più efficace per eliminarla: i coleotteri carabidi e la coccinella septempunctata sono alcuni degli insetti antagonisti.


Coleottero dorifora: Come eseguire la lotta chimica

Piretro La lotta chimica alla dorifora si applica nei casi di infestazione massiccia e su estensioni molto ampie. È molto importante che la situazione sia valutata da un esperto tecnico e che la distribuzione avvenga lontana dal periodo di fioritura della pianta. L'Actara e il Karate Xpress sono due tipi di pesticidi chimici, ma non sono sempre consigliati. Si possono utilizzare invece, con moderazione, il piretro e il rotenone, due sostanze di origine naturale. Tuttavia bisogna stare attenti nel loro utilizzo in quanto sono molto tossici per i pesci, gli anfibi, i rettili e in parte anche per gli animali a sangue caldo. Inoltre danneggiano anche gli insetti utili perché sono delle sostanze che non hanno selettività. La dorifora è uno tra gli insetti più difficili da combattere, per questo è consigliata la lotta biologica.



COMMENTI SULL' ARTICOLO