Pali per recinzioni

Pali per recinzioni in legno

Garantire sicurezza e protezione al proprio terreno è una vera e propria necessità, per evitare intrusioni e per delimitare lo spazio di appartenenza. Per fare ciò è possibile ricorrere a diverse soluzioni: mentre per giardini e cortili si preferiscono recinzioni in metallo, legno o muratura dalla disposizione stabile e dall’aspetto decorativo, per delimitare altri tipi di terreno una recinzione composta da pali e reti sarà sufficiente, nonché più pratica da spostare nel caso, negli anni, si dovesse decidere di modificare i confini del proprio terreno. Le recinzioni possono essere realizzate in diversi materiali: i pali in legno sono quelli che conferiscono alla struttura l’aspetto più naturale, proprio in quanto materiale già presente in natura. Decidere di posizionare dei pali in legno può quindi ridurre l’impatto visivo della recinzione, a tutto vantaggio dell’intero terreno, che avrà comunque garantita sicurezza totale. I pali in legno possono essere acquistati, in modo da avere una struttura del tutto omogenea a disposizione, oppure realizzati in modo autonomo: nel secondo caso è ancor più importante accertarsi di utilizzare materiale in ottimo stato di conservazione e trattarlo a dovere, in modo tale che possa resistere all’esposizione continua agli agenti atmosferici senza subire danni o modificazioni e senza marcire.
Pali per recinzioni in legno

GAH-Alberts RAL 6005 - Pali di sostegno per recinzioni in rete, per la posa con cuneo appuntito, fosfato di zinco, laminato, 613914

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,07€


Pali per recinzioni in metallo

Pali per recinzioni In alternativa al legno, è possibile acquistare pali in metallo per creare recinzioni che offrano davvero il massimo della resistenza. Tra i metalli più diffusi si può individuare l’acciaio, o l’acciaio zincato: alla totale resistenza agli sbalzi termici e all’esposizione prolungata a piogge ed intemperie, si aggiungono i vantaggi legati alla resistenza agli urti, alle deformazioni e allo stesso tempo la leggerezza del materiale, che facilita le fasi di lavorazione e posa in opera. I pali per recinzioni vengono solitamente acquistati in blocco, per dare vita ad una struttura omogenea, dunque al momento dell’acquisto è bene misurare in modo preciso la superficie lungo la quale posizionare i singoli elementi. I pali possono poi presentare filoguide e collari per facilitare il posizionamento delle reti che essi andranno a sostenere e per fare in modo che esse siano installate in modo stabile e duraturo, garantendo dunque stabilità anche con il passare del tempo. Rispetto al legno, il metallo richiede meno manutenzione e garantisce una durata, in media, superiore, anche se dal punto di vista estetico comporta un inserimento più invasivo nell’ambiente naturale.

  • Recinzione Delimitare gli spazi può essere un modo per rendere più personale il proprio giardino; altre volte invece si tratta di una vera necessità, legata a questioni di privacy e sicurezza. Qualunque sia la r...
  • Cancello in ferro Ogni spazio recintato necessita di ingressi, che possono essere lasciati liberi o delimitati con cancelli che vanno a completare il risultato finale. Acquistati contemporaneamente o separatamente al r...
  • Recinzioni da giardino in legno Le recinzioni in legno sono da sempre diffuse per delimitare gli spazi privati o per creare barriere protettive che possano impedire intrusioni da parte di estranei. Oggi come secoli fa, le recinzioni...
  • Cancello in ferro I cancelli in ferro sono strutture che possono trovare spazio in qualsiasi tipo di giardino o di proprietà grazie alla varietà di modelli presenti sul mercato: le caratteristiche principali da tenere ...

vidaXL 1x25 m Recinto in rete metallica verde con pali e tutti gli accessori

Prezzo: in offerta su Amazon a: 138,99€


L'acquisto

Pali per recinzioniPer l’acquisto dei pali da posizionare nel terreno per dare vita ad una recinzione, è fondamentale informarsi adeguatamente riguardo alle proprietà delle singole strutture e alle caratteristiche che li contraddistinguono. I modelli presenti sul mercato sono infatti moltissimi e molto variegati, dotati di piccole differenze che possono facilitare la posa in opera ed adattarsi alle esigenze del cliente. Anche l’estetica, comunque, va presa in considerazione, così come il prezzo, che tra prodotti molto simili può fare la differenza. Per poter avere un’ampia possibilità di scelta ci si può rivolgere ad ampi centri specializzati nel giardinaggio e nella progettazione degli spazi esterni, oppure direttamente alle ditte produttrici, per un confronto iniziale tramite il web. In caso non si abbia molta esperienza o non si abbiano conoscenze al riguardo, si consiglia comunque di affidarsi, per una decisione finale, al personale preparato di un centro vendita in grado di offrire varietà di prodotti ed illustrare le singole caratteristiche, individuando così la tipologia di pali per recinzioni più in linea con le proprie esigenze.


La posa in opera

Pali per recinzioniAl momento dell’acquisto dei pali necessari a dare vita alla propria recinzione, è possibile prendere accordi direttamente con il centro rivenditore per la posa in opera da parte di operai specializzati, che si occuperanno anche del trasporto. Meglio informarsi, però, anche riguardo a tutte le condizioni legate ai costi, che possono variare notevolmente da centro a centro. Se invece si ha già qualche esperienza con questo tipo di lavoro, si può procedere alla posa in opera autonomamente. In questo caso è bene prendere le necessarie misure per inserire i pali a debita distanza, in modo tale da far risultare la struttura solida, accertandosi anche di far penetrare i pali sufficientemente in profondità nel terreno per garantire la massima stabilità anche in caso di maltempo ed intemperie. Solitamente, si consiglia di utilizzare un interasse, ovvero una distanza tra i singoli pali, di circa due metri, posizionando poi una rete di dimensioni ed altezza adeguate. Per una maggiore stabilità e tenuta, si consiglia di apporre le apposite saette su tutti i pali d’angolo e su quelli che comportano un’interruzione della rete, per migliorarne la tenuta ed evitare che i pali si pieghino sotto lo sforzo della trazione esercitata dalla rete e dai fili di tensione. Per quanto riguarda la profondità, invece, si consiglia di far penetrare i pali nel terreno per almeno cinquanta centimetri, garantendo la migliore solidità anche in caso di intemperie e a lungo nel tempo.




COMMENTI SULL' ARTICOLO