Insetticida al piretro

Informazioni e cenni botanici

La Tanacetum cinerariifolium è una specie di pianta erbacea originaria dei Balcani appartenente alla famiglia delle Asteracee. Chiamato anche Piretro o Crisantemo della Dalmazia, cresce in prati soleggiati e in gruppi di individui molto numerosi. I fiori hanno l'aspetto di una margherita bianca, con petali bianchi e affusolati, mentre il capolino (la parte centrale del fiore, chiamato anche calatide) e di colore giallo accesso. I gambi, di circa 50-80 cm di altezza, sono robusti e con una fitta peluria. Le foglie sono lobate e piuttosto ramificate, spesso con sfumature bluastre lungo le venature centrali. Specie perenne, cresce spontanea in molte zone, anche se attualmente viene coltivata in buona parte del mondo grazie alle sue proprietà insetticide.
Fiori di Tanacetum cinerariifolium

Kenyasafe Extra Copyr bombola insetticida al piretro.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,94€


Insetticida al piretro

Capolini essiccati di Tanacetum cinerariifolium I fiori di piretro vengono raccolti poco dopo la fioritura, prima che il fiore appassisca completamente. Si eliminano dal capolino i petali e si lasciano essiccare all’ombra per diversi giorni. La polvere grezza di piretro così ottenuta rappresenta quindi la componente principale degli attuali insetticidi che hanno come base questo elemento naturale. Il suo potere insetticida è dato dalle piretrine, come la cinerina, l’acido piretrotossico e il piretrolo, presenti in gran quantità nel capolino. Questi composti organici sono tossici per gli insetti e diversi tipi di artropodi, ma innocui per i vertebrati e l’uomo. La loro azione è neurotossica e, una volta ingerito, provoca la totale paralisi dell’insetto con conseguente morte. Poiché le piretrine sono facilmente degradabili, non vengono mai utilizzate pure, ma si miscelano ad altri componenti a base d’acqua o di olii che ne migliorano la durata e l’efficacia.

  • Tanacetum cinerariifolium Il piretro è un insetticida naturale e si ricava dai fiori del Tanacetum cinerariifolium, detto anche Chrysanthemum cinerariifolium, una pianta della famiglia delle Asteraceae.La proprietà di insettic...
  • Piretro pianta Il piretro è detto anche Tanacetum cinerarifolium o Chrysanthenum cineralifolium e si può confondere a causa delle sue foglie così frastagliate. Anche il tanaceto infatti è un antiparassitario, ma il ...
  • Zanzara Le zanzare appartengono ad una famiglia di insetti che conta 3540 specie che presentano la caratteristica di possedere un particolare apparato boccale, nelle femmine, che consente di pungere altri ani...
  • Albero di neem L’Azadirachta indica è un albero sempreverde appartenete alla famiglia Meliaceae originario dell’India, conosciuto come nīm o neem. Raggiunge un’altezza di venti metri circa, con un tronco centra...

Insetticida Copyr Kenyasafe Extra - 6 pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 44,9€


Modalità d'uso del piretro

Coltivazione e raccolta del piretroDate le sue origini naturali, la biodegradabilità e la tossicità quasi nulla per gli animali a sangue caldo,l’insetticida al piretro è ampiamente utilizzato in agricoltura biologica. Si trovano facilmente in commercio confezioni di piretro actigreen, destinate appunto a coloro che non hanno intenzione di usare insetticidi chimici, molto più dannosi. In alcune circostanze può essere utilizzato sotto forma di piantina in vaso, su terrazzi e balconi; tiene lontano zanzare ed altri insetti molesti e il suo raggio d’azione si estende anche ad altre piante vicine. Gli insetticidi al piretro vanno utilizzati a temperature sotto i 25°C, quindi, nei periodi estivi, va distribuito sulle piante nelle tarde ore pomeridiane o di sera. Bisogna stare attenti a spargerlo uniformemente sul vegetale, soprattutto se si tratta di piante fortemente infestate. Il trattamento va eseguito tutti i giorni e sovente non è efficace per insetti troppo coriacei, quindi va scelto con attenzione il periodo, avendo cura di applicare il prodotto sugli stadi giovanili dei fitofagi dannosi.


Controindicazioni

Gli insetti impollinatori sono sensibili al piretro Sebbene si tratti di un prodotto biologico, l’insetticida al piretro va comunque utilizzato rispettando determinate norme. Si tratta di un insetticida non selettivo, ciò vuol dire che agisce su tutti i tipi di insetti, anche quelli utili all’impollinazione come farfalle, api o bombi. Quindi l’uso va regolato e limitato solamente agli ortaggi e alle piante infestate, avendo cura dopo la raccolta di lavarle adeguatamente con acqua corrente. Risulta, inoltre, molto dannoso per gli organismi che vivono in acqua (insetti acquatici, pesci, anfibi) ed è sconsigliato l’uso sulle piante acquatiche o semi acquatiche di laghetti artificiali o stagni. Il piretro si degrada facilmente ad alte temperature, quindi va conservato in un luogo buio e completamente asciutto, lontano dalla portata dei bambini.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO