Forma delle foglie

Le foglie

La foglia svolge funzioni di vitale importanza per una pianta, è la principale sede degli scambi gassosi con l'esterno e della fotosintesi clorofilliana, la foglia è il polmone e la centrale energetica di una pianta. Anche senza essere esperti botanici sappiamo che la natura si è sbizzarrita nel creare foglie di forma diversa. Le foglie possono essere grandi o piccole, semplici o composte, in alcune piante che vivono in ambienti estremi, come i deserti, si sono trasformate in spine. Una foglia è composta essenzialmente da tre parti; partendo dal punto di inserzione nel ramo, troviamo: la guaina, il picciolo e la lamina in cui distinguiamo una pagina superiore ed una inferiore. Questo è lo schema generale ma in molti casi possono mancare fino a due di queste parti. Può mancare la guaina, in questo caso la foglia si dice picciolata, se manca anche il picciolo la foglia è sessile. Vediamo di analizzare le forme che possono assumere le foglie, cercando anche di chiarire alcuni termini utilizzati per la loro descrizione.
Foglia di forma ellittica

144 Feet-24-Cornici in legno di Acero rosso in seta con rami e foglie di edera inglese Wedding Party ghirlande Big Value-Ghirlanda da appendere per decorazioni da parete a forma di foglie, colore: verde

Prezzo: in offerta su Amazon a: 28,64€


La forma delle foglie

Foglie aghiformi di abete Le foglie in cui la lunghezza è molto superiore alla larghezza possono essere: aghiformi, lunghe e strette non piatte ma cilindriche come negli abeti e nei pini; lesiniformi se a forma di lesina, un piccolo punteruolo, come nel ginepro; lineare quando è lunga, stretta e piatta; lanceolata se a forma di lancia come nel salice.Se la lunghezza non è molto superiore alla larghezza le foglie possono essere: ovate quando la zona più larga è verso la base, come nella betulla; obovate quando la zona più larga è verso l'apice come nella quercia; ellittiche quando la zona più larga è al centro come nell'olmo; oblunghe quando hanno i margini più o meno paralleli; le foglie possono essere anche spatolate o rotonde. Molto spesso la forma delle foglie non corrisponde esattamente ai tipi descritti ma a forme intermedie tra un tipo e l'atro, possiamo avere foglie lineari-lanceolate, ovato-rotonde e così via.

    Gardman A01691 Vasca Treppiedi a Forma di Foglia

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,81€
    (Risparmi 10,18€)


    La forma delle foglie semplici

    Foglia trilobata di fico Il margine della foglia, o più propriamente della lamina, può essere liscio come nell'ulivo o avere delle incisioni. Se le incisioni sono poco profonde il margine può essere: ondulato se le incisioni sono simili ad onde come nel faggio; crenato se le sporgenze hanno il contorno ondulato, come nella quercia; dentato se sono presenti sporgenze dirette in fuori, come nel corbezzolo; dentellato se i denti sono perpendicolari al margine, come nel ciliegio; seghettato se i denti sono inclinati verso l'apice, come nel carpino. Se le incisioni sono profonde, le foglie si dicono incise, possiamo avere foglie lobate, se le incisioni formano lobi che non arrivano alla metà della foglia, come nell'acero. Se le sporgenze, che derivano dalle incisioni del margine, sono disposte a destra e a sinistra dell'asse mediano della foglia, come le barbe di una penna la foglia è pennatolobata, se i lobi divergono come le dita di una mano aperta la foglia è palmatolobata. Le foglie a margine intero, poco intaccato o con incisioni che non raggiungono la nervatura centrale, come quelle cha abbiamo visto, sono dette foglie semplici.


    Forma delle foglie: La forma delle foglie composte

    Foglia composta imparipennata Se le incisioni del margine raggiungono la nervatura centrale, facendo diventare i lobi indipendenti, così che la foglia assomiglia ad un ramoscello, la foglia si dice composta. Le parti della lamina prendono il nome di foglioline, l'asse centrale è detto rachide. Le foglie composte sono pennate, quando le foglioline sono allineate a destra e a sinistra come le barbe di una penna, e palmate quando sono disposte a ventaglio. Le foglie pennate si distinguono in imparipennate e paripennate, a seconda che esista o meno una fogliolina terminale, che rende il numero delle foglioline dispari se presente, pari se mancante. Una foglia composta di tre sole foglioline, come nella fragola o nel trifoglio, si dice trifogliata. Può essere bipennata (due volte pannata), come nella mimosa, e tripennata (tre volte pennata).


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO