Concimi chimici

Concimi chimici: informazioni generali

I concimi chimici sono dei prodotti liquidi, in polvere o granulosi, che possono essere acquistati presso negozi specializzati. Essi si differenziano da quelli organici in quanto realizzati industrialmente in maniera da avere la giusta dose di ogni prodotto. I concimi sono indispensabili per il normale sviluppo di qualsiasi pianta. Ciò è dovuto al semplice fatto che le piante, una volta assorbite le sostanze nutritive presenti nel terreno, hanno bisogno, soprattutto in determinati periodi, di Sali minerali che non si riproducono molto facilmente. A questo punto entrano in giorno i concimi: composti di macroelementi (quali fosforo, potassio e azoto) e microelementi (ferro, rame, zolfo, calcio, manganese e zinco). Tutti i concimi chimici si differenziano tra loro per la percentuale di prodotto che contengono; alcuni sono poveri di azoto, altri di potassio e altri ancora di fosforo. Questa diversificazione è dovuta al fatto che ogni pianta ha bisogno di un macroelemento specifico per poter crescere sempre in maniera rigogliosa e fiorente.
Concimare il terreno

10 kg di Pellet di concime ottenuto da letame di pecora, concime naturale universale, fertilizzante biologico a lunga durata ottenuto da letame di pecora da agricoltura biologica certificata, bio-fertilizzante, Pellet di concime per prati ottenuto da sterco di pecora.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 28,99€
(Risparmi 9€)


Concimi chimici: caratteristiche base

Esempio di concime granulare I concimi chimici vengono anche chiamati concimi minerali. Come affermato in precedenza, questi sono prodotti industrialmente, dosando secondo le esigenze, le quantità di macroelementi e microelementi. Questo avviene perché ogni fiore presenta esigenze specifiche. A questo proposito, è bene sapere che ci sono prodotti ricchi di fosforo e adatti per quegli esemplari di piante che sviluppano dei fiori. Altri prodotti sono ricchi di azoto in modo tale da agevolare la crescita e lo sviluppo dei fusti e del fogliame di piante sempreverdi. Infine, se si intende dare maggior forza alla pianta, stimolando la anscita di frutti e fiori o semplicemente per rafforzarne tutta la struttura, occorre scegliere un concime ricco di potassio. Presso negozi specializzati si possono trovare dei concimi semplici o composti; la differenza sta nel numero di macroelementi che vanno a creare il fertilizzante. All’esterno della confezione sono indicate tutte le percentuali degli elementi. Solitamente il primo numero corrisponde alla quantità di azoto, la seconda al fosforo e la terza all’azoto.

  • concime Il concime è una sostanza che viene aggiunta al terreno per dare alle piante tutti gli elementi nutritivi di cui hanno bisogno. Senza assorbire dal suolo i nutrimenti base, le piante, infatti, non pot...
  • concimi organici Le piante, per crescere correttamente, necessitano di nutrimento. Come ogni essere vivente, anche i vegetali, infatti, devono nutrirsi per svilupparsi in maniera sana e rigogliosa e per resistere ad a...
  • Concime stallatico in pellet Lo stallatico, cioè il letame secco, è uno dei concimi organici più utilizzato sia nel giardinaggio che nell'agricoltura, per la sua grande ricchezza di elementi nutritivi. L'uso intensivo di concimi ...
  • Concime organico pollina I concimi (o fertilizzanti) sono dei substrati da cui gli organismi vegetali possono trarre le sostanze nutritive di cui necessitano. È possibile classificarli in concimi organici e fertilizzanti chim...

BAYFOLAN MULTI ORTI E GIARDNI DA 4 KG

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,7€


Concimi chimici: vantaggi

Esempio di nitrato ammonico Come per qualsiasi altro prodotto, anche i concimi chimici presentano dei vantaggi e degli svantaggi. In primo luogo, è conveniente ricordare che, in questi ultimi anni sono stati realizzati dei concimi complessi. Essi si differenziano dai concimi semplici e da quelli composti per il semplice fatto che, in seguito ad una connessione chimica, non c’è una distinzione tra macroelementi e microelementi, in quanto essi sono uniti in un unico prodotto. Per quanto riguarda i vantaggi tratti dall’uso di concimi chimici, è bene citare la facile reperibilità, la lavorabilità e la composizione dei materiali impiegati per la realizzazione di questi concimi di sintesi. In altre parole, la composizione chimica essendo ben definita e conoscendone le giuste parti dei macroelementi, permettono di utilizzare al meglio questi fertilizzanti applicando la giusta dose di Sali, indispensabili per il normale sviluppo delle piante. Un altro vantaggio dei concimi chimici è la loro presenza in qualsiasi periodo dell’anno. I concimi organici invece, non sono presenti in quantità sufficienti, tale da essere impiegati per la cura dei fiori e delle piante.


Concimi chimici: svantaggi

Esempio di concime chimico Come per tutti i prodotti realizzati e immessi sul mercato, anche i concimi chimici, oltre ad essere molto vantaggiosi, presentano degli svantaggi che non devono essere assolutamente ignorati. In primo luogo, come per qualsiasi altro prodotto, quelli di origine biologica sono sempre i più preferiti in quanto non si provocano danni ingenti. Lo stallatico maturo, a differenza di un concime chimico, utilizzato per la preparazione del terreno alla coltivazione, è il più indicato in quanto riesce a mantenere il terriccio leggero, drenato e molto fertile. Un eccessivo utilizzo di concimi chimici invece, con il passare del tempo si può danneggiare il terreno dal punto di vista del ciclo di rigenerazione della fertilità, causato proprio dalla composizione dle concime industriale. Proprio per questo fattore, e non solo, le industrie hanno creato un modo di lavorazione del letame atto ad eliminare ogni odore; può essere acquistato allo stato liquido, granulare o in polvere. Oltre al concime è possibile acquistare del sangue secco, cenere di legna e del terriccio di compostaggio.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO