Concimi fogliari

La cura del giardino

Il giardino di casa è, oltre ad un incredibile luogo in cui svolgere tante attività diverse dalla solita routine quotidiana, un “mezzo” per impegnarci, per crearci un hobby salutare e molto divertente ed appassionante, per scaricare lo stress fisico e mentale ed allo stesso tempo per star in contatto con la natura, la qual cosa ha effetti dichiaratamente positivi sulle nostre facoltà, soprattutto mentali. Insomma si instaura un rapporto stretto tra giardino e la persona che lo vive e lo cura, perché è uno scambio di attenzioni, dove noi facciamo la nostra parte curando i minimi dettagli del luogo che amiamo, ed esso ricambia offrendoci in ogni momento un posto (il giardino stesso) dove poter rilassarci e staccarci dallo stress quotidiano, dettato dagli elevatissimi ritmi di vita che conduciamo. Ma la cura del giardino ha bisogno anche di una tecnica base, perché non ci si può approcciare alla cura di piante e fiori senza averne mai visti; per fortuna la rete internet ci fornisce tante funzionalità, tra cui questo nostro sito che prova ad offrire validi e semplici suggerimenti per “far funzionare” il vostro giardino, appassionandovi ad esso come lo siamo noi per questo nostro lavoro.
concimi su foglie

Concime Fertilizzante per Prato Bottos Summer K 0-0-20 - kg 2

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,8€


Concimazione

foglie in saluteLa concimazione è un passaggio fondamentale per la corretta cura del giardino; essa è chiaramente seguente all’aver materialmente piantato la pianta o averla fatta crescere da un seme comprato o procurato, però è importantissima perché serve ad integrare le sostanza nutritive contenute nel terreno e “perse” perché utilizzate intensamente da altre coltivazioni o fatte decadere da un certo tempo di incuria. In questo senso la concimazione può essere anche precedente all’aver fatto crescere la pianta, perché prima di piantarla o di interrare il seme potrebbe essere un’ottima idea quella di preparare ben bene il terreno ad accogliere la specie vegetale specifica, fornendogli proprio quelle sostanze nutritive che essa richiede. Ciò evidentemente deriva dal fatto che ogni pianta ha bisogno di un sistema base di elementi nutritivi, più alcune sostanze specifiche che possono variare e che vengono a mancare se il terreno per un certo tempo continuato ha accolto solo una specie di pianta. In effetti in natura c’è una sorta di “ricambio”, dovuto al passaggio di animali ed insetti con i loro escrementi (veri concimi naturali), crescita di piante spontanee e tanti altri meccanismi che permettono alla natura di svilupparsi ovunque; nel nostro giardino ciò è impedito per le ridotte dimensioni ed anche per via del nostro controllo, sull’ingresso di animali ad esempio.

  • Pianta di Corniolo Il corniolo appartiene alla famiglia delle Cornacee, al genere Corpus ed alla specie mas. È un albero ad accrescimento lento con una forte attitudine pollonifera, in grado di raggiungere un’altezza ...
  • concime Il concime è una sostanza che viene aggiunta al terreno per dare alle piante tutti gli elementi nutritivi di cui hanno bisogno. Senza assorbire dal suolo i nutrimenti base, le piante, infatti, non pot...
  • carenza di fosforo Le piante sono a tutti gli effetti degli organismi viventi; ciò vuol dire che il loro “corpo” ha bisogno di una serie di sostanze nutritive che verranno poi utilizzate in svariati modi per poter conti...
  • agrumeto Uno dei vanti d’Italia sono gli agrumeti che producono frutti grossi e profumati nelle nostra terre; noi non siamo per nessuna distinzione né discriminazione tra nord e sud, però c’è da dire che quest...

Compo 1521302005 Concime per Agrumi e Piante Mediterranee, 1 Litro, Verde, 9 x 18.7 x 27 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,9€
(Risparmi 0,07€)


Concimi fogliari

In commercio esistono tantissimi tipi di concime, basti pensare che ne esistono di specifici per tutte le piante più conosciute e diffuse; una prima classificazione si può fare chiaramente in base ai concimi artificiali (quindi prodotti dall’uomo in fabbrica per via chimica) oppure ai concimi naturali, che spesso sono sempre prodotti dall’uomo ma solo perché esso ricrea le condizioni base per favorire lo svolgimento di alcuni processi naturali che formano concimi, come nel caso del compost. Tra i concimi naturali ci sono quelli fogliari: le foglie sono una parte importantissima del di ogni piante, sede soprattutto della fotosintesi clorofilliana, ma anche forma di riparo per fiori o frutti, e tante altre funzioni necessarie alla pianta; in generale nelle foglie si accumulano anche delle sostanze nutritive molto importanti per la pianta, quindi facendo macerare e sminuzzare una gran quantità di foglie diverse e poi raccogliendo ciò che ne deriva, si possono produrre degli ottimi concimi naturali, economici ma soprattutto molto efficienti dal punto di vista della nutrizione della pianta in generale. Solitamente questo genere di prodotti sono difficili da produrre in casa autonomamente, perché è necessaria un’enorme quantità di foglie ed anche qualche attrezzo specialistico con cui sminuzzare e far accumulare le foglie.


Compostaggio e foglie

Abbiamo citato nel secondo paragrafo il termine compost; esso è un concime naturale che deriva da una indotta fermentazione di prodotti naturali derivanti dalla nostra cucina o dal nostro giardino. Ci concentriamo innanzitutto sulla parola “indotta”, perché essa ci vuole dire che l’uomo non interviene nel processo di fermentazione naturale né in prima persona e né aggiungendo alcunchè di artificiale, ma lo fa solo ricreando le condizioni adatte a far avvenire processi naturali come la fermentazione: ci riferiamo al grado di umidità, alla temperatura, all’aerazione dell’accumulo di scarti che si trasformerà in compost. Questa tecnica si chiama compostaggio, ed è utilissima da fare perché basta unire gli scarti della nostra cucina (non trattati, ovvero bucce di frutta ed ortaggi o rimasugli di pane ed altro cibo) con quelli del giardino (foglie secche o potate, rami, eccetera) ed attendere dai due ai sei mesi di tempo (dipende molto da quanto bene riusciamo a ricreare le condizioni adatte) per ottenere un terriccio morbido e profumato, ma soprattutto ricchissimo di sostanze nutritive per le nostre piante, tanto da poterlo usare anche solo come concime in aggiunta alla terra già presente, ottenendo ottimi risultati.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO