Monilia

Monilia iaxa e fructigena

La Monilia è una malattia delle piante in particolare delle drupacee, ovvero delle piante da frutta come susine, pesche, albicocche, pere e mele. La Monilia si distingue in Moniliafructigena e Monilla Iaxa. Entrambe possono colpire i rami giovani, le fogli, i fiori e i frutti delle drupacee. La Monilia fructigena, come si può dedurre dal nome ha una particolare predilezione per i frutti e può colpire una più ampia varietà di specie. Lo sviluppo di questa pericolosa infestazione avviene prevalentemente sfruttando l'umidità estiva. La moniliosi è talmente penetrante da poter rovinare fino a metà del nostro raccolto. Per questo motivo è necessario conoscere le caratteristiche di questa malattia per poterla controbattere con efficacia, utilizzando i prodotti chimici e i rimedi naturali più validi.
Pesca pianta

Bayer Fungicida Teldor Plus 100 ml contro botrite,monilia e sclerotinia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,38€


Come riconoscere la monilia

Monilia foglie La Monilia in sostanza è una malattia crittogamica causata da un fungo. La sua insidia è più importante nei periodi estivi dove aumenta la piovosità e di conseguenza l'umidità. La sintomatologia si sviluppa prima sui petali, gli stami e i pistilli dei fiori: questi tendono a imbrunire e avvizzire senza per questo staccarsi dal ramo. Questo determina la diffusione della Monilia su tutto l'albero fino al disseccamento totale di tutta l'inflorescenza dell'arbusto. Per quanto riguarda i frutti la monoliosi si realizza attraverso un micelio di colore giallo che genera una marcescenza del frutto, tendente al bruno o al nero. Per questo la Monilia viene più semplicemente denominata come "marciume bruno" Questo determina la disintegrazione dei frutti e un contagio rapidissimo che può vanificare in breve tempo tutti i nostri sforzi per raggiungere un raccolto abbondante.

  • Malattie Delle Piante Fortunatamente esistono molti prodotti in commercio e molti rimedi naturali per aiutarvi a combattere questi insetti. La crescente attenzione sviluppatasi riguardo al rispetto dell'ambiente che ci cir...
  • Piante grasse Le piante grasse non sono difficili da curare e, inoltre, sono molto belle dal punto di vista estetico. Per questo motivo, se ne trovano molte nelle abitazioni di tante persone che amano prendersi cur...
  • Pianta colpita dalla peronospora Molte piante possono essere colpite dalla peronospora: alberi, arbusti, fiori, piante d'appartamento, verdura, frutta. I vegetali più comunemente danneggiati sono la rosa, il pelargonium, la fucsia, i...
  • Manifestazione bolla pesco I sintomi della bolla del pesco sono visibili sulla pianta già nelle prime fasi del germogliamento, all'inizio della ripresa vegetativa in primavera. Le piccole foglioline che si aprono dalle gemme ma...

Bayer - Syllit flo x 250 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,49€


Strategie preventive contro la monilia

Monilia azione I gravi danni provocati dalla Monilia delle drupacee determinano la necessità di intervenire in maniera preventiva e successivamente di controllo e cura di questo pericolosissimo fungo infestante. Le pratiche agronomiche preventive vanno adottate durante l'intero anno. In inverno dobbiamo esaminare con cura i rami delle piante e attraverso dei sagaci interventi di potatura eliminare i rami che presentano cancri o infestazioni in corso. Se la primavera dovesse risultare piovosa, ci sono un'altra serie di accorgimenti di tipo agronomico da rispettare per tutelare il nostro prezioso raccolto. In particolar modo, dobbiamo eseguire la potatura evitando di non appesantire la chioma dell'arbusto. Non somministrare eccessivi concimi azotati nei trattamenti, eliminando i rami infetti come abbiamo fatto d'inverno. Molto importante, anche se potrebbe sembrare scontato, mantenere la giusta distanza fra le piante.


I rimedi chimici alle infestazioni

Danni piante frutto Per contrastare le infestazioni dovute alla Monilia e preservare la parte del raccolto non colpito esistono diversi rimedi di tipo chimico che possono contenere una o più sostanze attive. Le miscele più conosciute sono a base dei seguenti principi attivi: trifloxystrobin e tebuconazolo, di cyprodinil e fludioxonil, di fluopyram e tebuconazolo. La Monilia però è un fungo molto duttile e potrebbe sviluppare resistenza ai vai fungicidi che abbiamo elencato. In quel caso l'intevento chimico dovrà essere più mirato per risultare incisivo. In questo caso vi consigliamo di operare con la combinazione di due principi attivi congiuntamente e ogni tre giorni di modificare i principi attivi. Questo sistema permette di superare senza ombra di dubbio l'eventuale formarsi di una resistenza della Monilia. Dal punto di vista preventivo le sostanze chimiche consigliate sono i sempreverdi ditianon e la dodina.



  • monilia La monilia delle drupacee è una malattia fungina che colpisce tutte le drupacee, e in particolar modo le pesche e le alb
    visita : monilia

COMMENTI SULL' ARTICOLO