Cambria

Istruzioni per la corretta irrigazione

La Cambria, come le altre orchidee, ha la peculiarità di crescere su un substrato diverso dal terriccio: spesso si tratta di bark, ovvero di un prodotto ottenuto dalla corteccia di abete rosso. L'innaffiatura deve tenere conto di questo aspetto, nonché dell'origine della pianta, che è adattata ai climi tropicali e sub-tropicali delle regioni asiatiche. Per questo motivo, si deve garantire una corretta umidità del substrato, ma senza eccedere nell'innaffiatura ed evitando ristagni di acqua. In generale, è sufficiente un'irrigazione a settimana, anche se nei periodi più caldi e asciutti si può intensificare la frequenza dell'operazione; nei periodi più torridi si consiglia di inserire del materiale inerte nel sottovaso che, impregnandosi di acqua, possa rilasciare costantemente vapore ricreando un microclima umido in cui la Cambria cresce benissimo. L'innaffiatura si effettua di solito per immersione del vaso direttamente nell'acqua, possibilmente demineralizzata, per evitare danno da calcare alle radici della pianta.
Irrigazione Cambria

XONE Lettino Sdraio ergonomica in alluminio e textilene CAMBRIA dondolo tortora

Prezzo: in offerta su Amazon a: 84,8€


Indicazioni per la coltivazione e la cura della Cambria

Esemplare Cambria vaso La Cambria è una pianta formata da uno pseudo-bulbo da cui originano foglie, radici e steli da fiore. Riesce a crescere bene in un ampio range di temperature, tollerando anche climi molto caldi se dispone di una corretta umidità ambientale. Non gradisce un'esposizione solare diretta, ed è per questo adatta ad ambienti interni parzialmente soleggiati. Anche le correnti d'aria possono disturbare la crescita della Cambria e per questo va posizionata preferenzialmente lontano dalle finestre. La pianta va rinvasata almeno ogni due anni, quando è stato emesso lo pseudo-bulbo: bisogna aver cura di bagnare il substrato e rimuoverlo completamente dalle radici, eliminando quelle morte; si procede quindi con l'aggiunta di nuovo substrato nel contenitore. La fioritura avviene dagli steli che originano dallo pseudobulbo e si verifica solitamente quando le temperature si innalzano, in primavera-estate.

  • orchidee Le orchidee sono delle piante a fiore appartenenti alla famiglia delle Orchideaceae. Queste piante sono rinomate per la bellezza dei loro fiori e per il loro elevato valore ornamentale. Vengono usate ...
  • orchidea mini Le piante sono un eccezionale prodotto della potenza della Natura, ma ciò che di esse ha più mordente sull’animo umano sono assolutamente i fiori: essi sono concepiti dalla natura stessa come semplici...
  • orchidee cymbidium Spesso si è abituati a pensare che la parte più importante delle orchidee siano i fiori. In realtà, tutte le componenti vegetali di questa pianta rivestono una particolare importanza per il suo sano e...
  • Vaso per orchidea L’orchidea è una pianta che vanta straordinaria diffusione anche in natura: è infatti una delle poche specie vegetali ad essere naturalmente presente in molti territori sia dell’Occidente sia dell’Ori...

Vivai Le Georgiche ORCHIDEA BRATONIA FLORMART

Prezzo: in offerta su Amazon a: 36€


Modalità e frequenza di concimazione

Fiore Cambria La concimazione è fondamentale per la salute della Cambria molto più rispetto ad altre piante perchè spesso viene coltivata su substrati inerti quali il bark. Per tale motivo è necessario fornire regolarmente la giusta dose di nutrienti per garantire una crescita rigogliosa e una buona resa floreale. I fertilizzanti da impiegare sono quelli a base di macroelementi, contenenti cioè sostanze azotate, potassio e fosforo in proporzioni equilibrate. Questi vanno diluiti nell'acqua impiegata per l'irrigazione e la concentrazione ideale dipende dal tipo di substrato: dovrà essere ridotta nel caso in cui la Cambria venga coltivata in terreni non inerti. La frequenza con cui effettuare la concimazione deve essere di circa una volta ogni tre, quattro settimane, avendo estrema cura che le radici siano state precedentemente inumidite per evitare che le concentrazioni eccessive di queste sostanze possano arrecarle danno.


Malattie e possibili rimedi

Cocciniglia cotonosa La Cambria è sicuramente molto più resistente rispetto alle altre specie di orchidee. Nonostante ciò, essa è ugualmente una pianta delicata e sensibile alle condizioni climatiche e ambientali. Quindi l'esposizione alla luce solare diretta, la prossimità a fonti di calore secco come termosifoni, eccessive irrigazioni, ristagno di acqua sulla parte vegetativa, vicinanza a correnti d'aria forti possono determinare gravi danni alla pianta dal semplice ingiallimento delle foglie fino alla morte dell'esamplare. Bisogna perciò stare attenti alla disposizione e alla cura della Cambria e adottare piccoli accorgimenti come inserire un supporto che la sollevi leggermente dal sottovaso, dotare l'ambiente di umidificatori e tenerla lontana dalle finestre. Tra le malattie parassitarie, invece, la più temuta è l'infestazione da cocciniglia, piccolo parassita che si manifesta con la comparsa di macchie brune sulle foglie. Per eliminarlo, si può provare inizialmente sfregandole con alcool e ovatta; se ciò dovesse risultare infruttuoso, è necessario ricorrere a prodotti antiparassitari specifici.




COMMENTI SULL' ARTICOLO