I fiori resistenti al sole

I fiori resistenti al sole: il geranio

Tra i fiori resistenti al sole è impossibile ignorare il geranio. Appartenente al genere Pelargonium, il geranio è originario del Sud Africa, ed annovera oltre un centinaio di specie. Le più conosciute e coltivate sono circa una trentina, insieme a numerosi cultivar ed ibridi prodotti artificialmente. Belli da vedere, i gerani sono fiori resistenti al sole e alle intemperie invernali, adattandosi quindi alla coltivazione in zone esposte. Le varietà più facilmente coltivabili sul terrazzo sono tante, tra cui ricordiamo il geranio parigino, con fasci di foglie e fiori che cadono verso il basso, o ancora il Pelargonium zonale, detto anche geranio comune, che resiste a temperature superiori ai 35 gradi e non risente della luce solare diretta. Le colorazioni variano dal bianco puro al rosa, passando per il rosso vivo, l’arancio, il salmone, il giallo e il porpora. Ancora poco diffuso ma abbastanza conosciuto, è il geranio "black form", modificato geneticamente: i suoi fiori sono vellutati, con il centro nero che schiarisce gradualmente verso il porpora.
Geranio

Oasis Ahead Spruzzatore Da Prato K-200 Testa Pulsante Per Irrigazione A Lungo Raggio A 360° Del Vostro Giardino Inclusa Valvola Di Arresto Acqua E Base Appesantita Con Metallo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,99€
(Risparmi 5€)


La Buddleja

Fiore di Buddleja con Vanessa io Altresì conosciuta come "albero delle farfalle", il genere Buddleja annovera circa cento specie di piante a portamento erbaceo o arboreo, diffuse in tutto il mondo. La più comune in commercio è la Buddleja davidii, usata per la realizzazione di siepi, bordure e scarpate in parchi cittadini o in giardini privati. I fiori di questa pianta sono piccoli e variano dal bianco al viola pallido, passando per l’azzurro ed il blu cielo. Sono raccolti in raffinate infiorescenze a pannocchia incredibilmente profumate, che in primavera ed estate attirano un’enorme varietà di insetti, in particolar modo le farfalle del genere Vanessa e Papilio. Tutte le Buddleja non richiedono cure eccessive e molte specie si adattano alla vita in vaso e sul terrazzo, risultando molto resistenti alla luce diretta del sole. Anzi, spesso accade che le piante messe in ombra o in mezz’ombra non fioriscano del tutto, crescendo in modo disordinato e poco salutare.

  • Pianta di Albicocco con frutti L'albicocco è una pianta originaria della Cina nord-orientale al confine con la Russia; la sua presenza data più di 4000 anni di storia. Da lì si estese lentamente verso ovest attraverso l'Asia centra...
  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Il Frutto della actinidia chinensis L’actinidia appartiene alla famiglia delle Actinidiacee ed all’omonimo genere; le specie più importanti sono Actinidia chinensis, quella maggiormente coltivata, e Actinidia arguta, avente frutti picco...
  • Piantina di Fragola con frutti La fragola appartiene alla famiglia delle Rosacee ed al genere Fragaria, il quale comprende diverse specie: la fragolina di bosco (Fragaria vesca), Fragaria virdis, adatta in terreni calcarei, Fragari...

Catene Luminose Solare 12m 100LEDs 8 Modelli Impermeabile Illuminazione Fata esterno per Feste Outdoor Giardino Nozze Party(Giallo)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€
(Risparmi 37€)


La petunia

Gruppo di petunie Il genere Petunia, originario del Brasile, è decisamente ristretto, ed annovera soltanto sette specie di piante erbacee, apprezzate specialmente per i loro fiori ampi e colorati. La loro importazione e diffusione a livello mondiale, ha permesso il propagarsi di varietà, ibridi e cultivar così numerosi, che risulta oggigiorno difficile distinguerli dalle specie originali. Sono molto resistenti al sole e alle intemperie, e la loro rusticità permette una coltivazione ottimale sia in terrazzo che in giardino. I fiori di petunia sono trombiformi, con petali uniti e saldati tra di loro a ricreare una singola corolla morbida e setosa, dai colori e abbinamenti più disparati: viola e bianco, fucsia e rosso, blu e bianco e così via, e non di rado si realizzano vasi con più varietà insieme. Senz’altro diffusa ed apprezzata sui terrazzi, è l’ibrido prodotto artificialmente denominato "Petunia Surfinia"; ricadente verso il basso e con fioritura abbondante, questo ibrido può superare i due metri di lunghezza.


La lantana

Lantana Il genere Lantana annovera 150 specie circa di piante arbustive ed erbacee, tutte originarie del Sud America e dell’Africa. La specie più comune è la Lantana camara, ampiamente utilizzata come pianta ornamentale in giardini e parchi, sebbene nell’America Latina ed in Australia la sua crescita è diventata così elevata da annoverarla tra le cento specie esotiche invasive più dannose del mondo. I cespugli di lantana sono ampi e voluminosi, con foglie rombiformi verdi e ricoperte di peluria, sostenute da steli carnosi e robusti. Le infiorescenze sono di media grandezza, rotonde e composte da piccolissimi fiori profumati arancioni, gialli e in molte varietà rossi, rosa e bianchi. La sua rusticità è tale da permettere una coltivazione in vasi ristretti, avendo cura di effettuare potature costanti per evitare un accrescimento spropositato. Per fiorire, la lantana necessita di sole diretto durante tutto il periodo estivo e tollera temperature che sfiorano i quaranta gradi.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO