Impianto di irrigazione giardino

Impianto di irrigazione per giardino fai da te

La realizzazione di un impianto di irrigazione per giardino fai da te offre sicuramente dei benefici non trascurabili, primo fra tutti il risparmio di tempo che si ottiene automatizzando l'innaffiatura di piante e fiori. Da considerare comunque anche il risparmio idrico che si potrebbe ottenere irrigando a pioggia senza inzuppare troppo il terreno. Soprattutto è un utile strumento per mantenere vitale il giardino quando non sia presente nessuno in casa per poter irrigare correttamente. Per poter progettare correttamente un giardino si dovrebbe innanzitutto capire le esigenze di cui si ha necessità. Se il giardino fosse coperto interamente da vegetazione allora si dovrebbe considerare la superficie per capire quante zone di irrigazione si dovrebbero installare. Per giardini oltre i 200 metri quadri si dovrebbero posizionare 6 zone, tra 50 e 200 metri sarebbero necessarie 2 zone.
Impianto di irrigazione da giardino

Claber 53921 8425 Aquauno Pratico Programmatore, Nero/Arancione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,69€
(Risparmi 0,21€)


Impianto di irrigazione in giardino

Impianto di irrigazione a pioggia La prima operazione da compiere per la realizzazione di un impianto di irrigazione giardino dovrebbe essere la progettazione su carta suddividendo le varie aree del giardino. Durante la progettazione si dovrebbe tenere conto che in ogni zona si potrebbero posizionare al massimo 5 irrigatori a scomparsa per evitare troppe perdite di carico dovute al maggiore diametro delle tubature. Nel posizionare gli irrigatori è necessario ricordare che moltissime tipologie di prodotti possono avere un getto che potrebbe essere regolabile tra 0 e 360 gradi. Una volta decisa la posizione degli irrigatori, si dovrebbe decidere dove posizionare le elettrovalvole, queste sono essenziali per l'apertura automatica dei circuiti in cui passerà l'acqua. A monte delle elettrovalvole andrebbe installata anche una valvola a saracinesca per poter riuscire a svolgere adeguati lavori di manutenzione all'impianto.

  • Frutto di Guava La guava appartiene alla famiglia delle Mirtacee, al genere Psidium ed alla specie guajava.È una pianta arbustiva, alta 4-5 m, molto ramificata, con un tronco liscio di color nocciola; i germogli h...
  • Pianta di litchi Il litchi, o lici, appartiene alla famiglia delle Sapindacee, al genere Litchi ed alla specie chinensis.È un albero alto 8-10 m, con un fusto corto ed eretto, una chioma densa e tondeggiante. Le fog...
  • Foto aglio L’aglio appartiene alla famiglia delle Liliacee, al genere Allium ed alla specie sativum. È una pianta erbacea perenne, ma coltivata come annuale, alta fino a 70-80 cm, con un caule cilindrico, verde ...
  • Foto di Alium cepa La cipolla appartiene alla famiglia delle Liliacee, al genere Allium ed alla specie cepa. È una pianta erbacea biennale, ma coltivata come annuale. Lo stelo, detto anche disco o girello, si trova sott...

Claber 90764 Kit-Drip 20 Vasi Kit Rainjet Goccia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,9€
(Risparmi 6€)


Realizzazione impianto di irrigazione

Impianto di irrigazione all'aperto Una volta ultimata la progettazione si dovrà iniziare il tracciamento dei percorsi delle tubazioni sul terreno e posizionare dei picchetti in corrispondenza dei punti in cui installare gli irrigatori. Il percorso corretto andrebbe tracciato utilizzando delle corde e segnandolo con della calce in polvere. Successivamente si dovrebbe iniziare a scavare il tracciato, utilizzando una vanga. La profondità della canaletta dovrebbe essere massimo di 25 centimetri. Il tubo potrebbe essere di polietilene, semplice da montare e da raccordare. Una volta posati i tubi andrebbero posizionati gli irrigatori che dovranno successivamente essere collegati ai tubi. Ultimato il montaggio si dovrebbe verificare che la testa degli irrigatori sia a livello del terreno in modo che l'acqua possa fuoriuscire correttamente. Prima di ricoprire le tubature con il terreno e il manto erboso si dovrebbe verificare l'impianto e controllare eventuali perdite.


Impianto di irrigazione giardino: Manutenzione di un impianto di irrigazione

Impianto di irrigazione in funzione Quando tutte le verifiche saranno ultimate si potrà procedere con la copertura delle canalette con il terriccio e si potranno riseminare le aree interessate dagli interventi. Prima di poter mettere in funzione l'impianto sarebbe opportuno svuotare l'impianto dagli eventuali residui di terra che potrebbero essersi infiltrati nelle tubature. Per fare questo è sufficiente svitare la parte superiore degli irrigatori e aprire i rubinetti per far defluire l'acqua. In questo modo si potranno lavare correttamente le tubature. In caso di assenza di spurgo antigelo, durante l'inverno si dovrebbe svuotare completamente l'impianto per evitare problemi in caso si viva in zone soggette a gelate. Anche il programmatore elettronico, se montato in esterno, dovrebbe essere smontato e messo al riparo durante l'inverno.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO