Menta

La coltivazione della menta

La menta è una risorsa fitoterapica estremamente diffusa non solo per la sua efficacia, ma anche per la facilità di coltivazione e di diffusione nei nostri territori: sono in molti coloro che decidono di coltivare la pianta in terra o in vaso in modo tale da avere a disposizione una piantina decorativa, che però al tempo stesso possa essere utilizzata in cucina per insaporire i piatti e al di fuori di essa come elemento curativo e benefico. La coltivazione della menta, infatti, vi premierà con un buon profumo diffuso e lo sviluppo di foglie dentellate tra le quali sbocciano numerosi piccoli fiorellini di colore variabile dal rosa, al lilla, al bianco. Originaria dell'Africa e dell'Asia, la menta è ormai una coltivazione molto comune in Europa e che cresce anche in modo spontaneo alle basse altitudini. Le caratteristiche variano poi in base alla specie: esistono oltre 30 varietà di menta, dotate di simili proprietà ma che differiscono per aspetto e dimensioni. Nonostante si adatti ai più diversi climi, le condizioni migliori per lo sviluppo della mente prevedono la coltivazione in ambienti soleggiati e dalle elevate temperature, che favoriranno lo sviluppo di olii essenziali e di proprietà benefiche da parte della piantina. Posizionata in terreni ricchi di potassio, la menta richiederà abbondanti innaffiature, ma che non devono riguardare le foglie, che perderebbero altrimenti, con l'evaporazione, anche molte delle proprietà benefiche.
Menta

Fabbri - Sciroppo Menta, con Pura Menta Piemontese - 560 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 4,18€


Proprietà e benefici

Menta L'utilizzo della menta in ambito fitoterapico è variegato ed attestato sin dalle epoche più antiche, quando i popoli dell'Africa e dell'Asia hanno individuato in questa pianta numerosi effetti benefici. A facilitare la diffusione e l'utilizzo in tal senso vi è la possibilità di sfruttare direttamente le parti aeree della pianta senza necessità di elaborate lavorazioni: bevande preparate con le foglie possono essere, oltre che salutari, anche molto gustose. Oltre ad essere gustosa e rinfrescante, la menta è anche un prezioso rimedio contro diversi tipi di disturbi, dalla nausea per chi viaggia fino ai problemi di natura gastrointestinale e dell'apparato digerente. Va però evitata, invece, da parte di coloro che soffrono di ulcera, in quanto stimola la produzione dei succhi gastrici. A rendere la menta così utile per la cura della persona è il mentolo, che vanta proprietà carminative, analgesiche ed antispasmodiche. La menta si rivela un valido alleato anche per quanto riguarda disturbi delle vie aree come tosse e asma, provocando un effetto sedativo capace anche di agire positivamente sugli stati febbrili

  • fitoterapia La fitoterapia è quella scienza che cura le malattie usando le piante o parti di esse trasformate in estratti vegetali contenenti i principi attivi delle piante stesse. Abbiamo definito la fitoterapia...
  • arancio1 Produce dei frutti conosciuti ed apprezzati in tutto il mondo. Stiamo parlando dell’arancio, albero che ci regala ogni inverno il suo frutto gustosissimo e succoso: l’arancia, nota per la sua polpa, d...
  • Girasole Il girasole è un fiore altamente ornamentale, che associa al suo fascino e all’inevitabile impatto legato alla sua mole anche importanti qualità benefiche per la cura del corpo. Dal girasole, infatti,...
  • Sospensione integrale di pianta fresca La sospensione integrale di pianta fresca, da poco entrata in uso comune in fitoterapia e venduta prevalentemente sotto forma di crema, è una preziosa risorsa che permette di sfruttare al massimo tutt...

Olio essenziale di menta piperita - 100ml - puro al 100%

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,95€


Utilizzo in cucina e in fitoterapia

Menta La vasta diffusione della menta a scopo curativo si lega al fatto che la pianta è facile da coltivare e che il suo utilizzo può essere altrettanto semplice: molti benefici si possono avere già dal consumo delle foglie, che conferiscono al cibo o alle bevande un sapore rinfrescante e inconfondibile. In cucina, la menta non viene sfruttata solo per insaporire i piatti, ma anche per dare vita a bevande dissetanti e digestive che possono essere consumate fresche d'estate oppure calde in inverno. In fitoterapia, come visto, gli impieghi possono essere molteplici: l'assunzione di bevande a base di menta può essere utile a placare la febbre o come antiemetico, mentre creme e gel vengono realizzati per la cura di infiammazioni dell'epidermide. L'effetto principale, infatti, è quello di un antinfiammatorio naturale, ma anche di sedativo, placando in modo istantaneo la percezione del dolore. L'utilizzo della menta è particolarmente diffuso anche perchè è indicato a qualsiasi soggetto, tranne coloro che presentano una naturale allergia alla pianta: negli altri casi, l'assunzione non comporta particolari controindicazioni se non si eccedono le dosi necessarie.


Menta: Prodotti in commercio

MentaSe è vero che numerosi benefici possono essere tratti dal semplice utilizzo delle parti aree della pianta della menta, per casi più specifici essa si rivela un ingrediente base che dà vita a molti rimedi erboristici e farmacologici. Non è raro trovare la menta quale base di preparati dall'azione antiemetica, oppure per sciroppi sedativi della tosse. Per l'utilizzo diretto è possibile acquistare tinture madri ed olii essenziali, che possono essere utilizzati secondo le quantità indicate sulla base del disturbo da curare. Infusi, decotti e tisane possono essere facilmente preparati in casa, oppure è possibile acquistare prodotti che contemplino l'utilizzo di più piante officinali insieme, per poter ottenere da ognuna il maggior risultato e un rimedio ancora più efficace. L'efficacia della menta ha però anche una doppia faccia: il sovradosaggio può comportare numerosi rischi e perfino la morte. Per questo si consiglia di utilizzare la menta e i prodotti derivati sotto guida del medico, appurando le quantità e la continuazione della somministrazione, ed evitare la somministrazione per via topica nei bambini. Una dose eccessiva di mentolo può comportare insonnia, ma anche spasmi muscolari incontrollati mentre quantità superiori al grammo di mentolo possono rivelarsi estremamente dannose e tossiche per l'organismo.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO