Infuso di finocchio

Le proprietà del finocchio

Il finocchio è una risorsa importante per la salute e per il benessere quotidiano: il suo utilizzo, sotto forma di alimento o di tisana, era diffuso già nell'antichità per via della facilità di coltivazione e di preparazione degli infusi, che si lega ad una efficacia riscontrabile sin dalle prime assunzioni. Il finocchio svolge azione benefica in favore della mobilità intestinale e dello stomaco, aiutando a contrastare disturbi e patologie che interessano il tratto digestivo. Digestione lenta, dispepsie gastriche, coliche gassose sono tutti disturbi che possono trovare immediato sollievo dall'assunzione di infusi di finocchio. Le proprietà del finocchio permettono di trarre beneficio a livello intestinale grazie all'inibizione di processi fermentativi, contrastando così episodi di meteorismo, e favorendo la sedazione degli spasmi muscolari a livello del colon. In seconda istanza l'infuso di finocchio offre benefici anche contro disturbi legati all'apparato respiratorio, dall'asma alla bronchite. Particolarmente utile per le donne, la tisana al finocchio permette la riduzione degli spasmi responsabili dei dolori mestruali, per un maggiore benessere in ogni giorno del mese.
Infuso di finocchio

Clipper Infuso Dopo Pasto - 20 Filtri

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5,2€


Preparazione dell'infuso

Infuso di finocchioL'infuso di finocchio può essere acquistato sotto forma di prodotto pronto, oppure realizzato in modo molto semplice anche a casa. Sul mercato sarà possibile trovare non soltanto gli infusi di finocchio, ma anche prodotti di origine composita che permettono di riunire in un'unica tisana o infuso le proprietà benefiche di diverse specie vegetali, per una maggiore efficacia e un sapore più ricco. Per la preparazione domestica, è necessario utilizzare quelli che sono comunemente conosciuti come i semi del finocchio, anche se in realtà ne costituiscono i frutti. Raccolto un adeguato numero di semi, sarà sufficiente preparare un pentolino con acqua bollente e lasciare i semi all'interno per circa tre minuti. In seguito, una decina di minuti di infusione a riposo saranno sufficienti per preparare l'infuso, che potrà venire accuratamente filtrato e consumato calda, oppure lasciata raffreddare e gustato fresco in estate. L'infuso così risultante, però, non è particolarmente dolce: per questo si consiglia di aggiungere zucchero oppure un paio di cucchiaini di miele alla tazza, in modo tale da rendere più gustoso il preparato e trasformarlo in un piccolo piacere quotidiano, per il benessere del corpo e la soddisfazione del palato.

  • Foto di Finocchio marino Il finocchio marino, chiamato anche critmo, appartiene alla famiglia delle Ombrellifere, al genere Crithmum ed alla specie maritimum. È una pianta erbacea perenne, alta 40-50 cm, con un portamento pr...
  • Foto di Finocchio selvatico Il finocchio selvatico appartiene alla famiglia delle Ombrellifere, al genere Foeniculum ed alla specie vulgare. È una pianta erbacea biennale, ma coltivata come annuale, alta fino ad 1 m e larga 50 c...
  • tisana_finocchio Le tisane sono dei rimedi erboristici ottenuti dall’ebollizione di parti di pianta fresca o essiccata. Tante le erbe usate per preparare tisane dagli effetti depurativi, drenanti, rilassanti,antinfiam...
  • Tisane al finocchio Il finocchio è una risorsa importante per la salute e per il benessere quotidiano: il suo utilizzo, sotto forma di alimento o di tisana, era diffuso già nell'antichità per via della facilità di coltiv...

Sognid'Oro - Infuso Finocchio, Riduce il Gonfiore Addominale - 4 confezioni da 20 filtri [80 filtri, 160 g]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,92€


Assunzione e dosaggio

Infuso di finocchioAssunto con regolarità, anche più volte al giorno, l'infuso al finocchio costituisce un rimedio efficace e una fonte di prevenzione per tutti i disturbi che interessano l'apparato digestivo, per mantenersi sempre in forma e per ottenere risultati visibili anche dal punto di vista dell'estetica: a scopo preventivo e con assunzioni regolari, il preparato di finocchio permetterà di ottenere una pancia piatta e libera da gonfiori legati a difficoltà digestive. Non esistono limiti di assunzione nemmeno per quanto riguarda le età, mentre occorre non esagerare con il dosaggio e con il numero di assunzioni quotidiane per evitare problemi legati al sovradosaggio: in tal caso si avrebbero i disturbi intestinali e gastrici ulteriormente accentuati anziché ridotti e la tisana rivelerebbe un certo grado di tossicità. Gli infusi di finocchio possono essere assunti da chiunque non presenti particolari sensibilità all'elemento naturale, ma occorre tenere sotto controllo le interazioni con altri medicinali di simile scopo in fase di assunzione. Periodi brevi, per la cura di disturbi specifici, possono permettere l'assunzione di dosi maggiori di infuso, sempre su suggerimento e controllo del medico.


Infuso di finocchio: Infusi di finocchio e neonati

Infusi di finocchioL'infuso di finocchio non ha davvero età: esso costituisce uno dei pochi rimedi naturali che vengono utilizzati frequentemente anche per l'efficace cura di disturbi della prima infanzia, per via della sua efficacia e dell'assenza di controindicazioni e rischi per la salute del bambino. Le coliche gassose che spesso colpiscono i neonati sono fonte di molto dolore: avere a disposizione un rimedio naturale al quale ricorrere è una buona sicurezza per le mamme, che possono somministrare qualche cucchiaio di infuso al bambino per calmare il disturbo. L'infuso al finocchio è molto utile anche per ridurre dolori e ragadi causate dall'allattamento al seno: il vantaggio dunque in questo caso è duplice, poiché si potranno fare impacchi con infuso di finocchio con la sicurezza offerta da un prodotto benefico anche per il bambino che ne viene in questo modo a contatto. L'infuso di finocchio può essere dunque assunta dalla madre anche in fase di allattamento, senza paura di effetti collaterali nè per lei nè per i bambini. In caso di somministrazione ai neonati è comunque bene tenere sotto controllo le quantità e i dosaggi, per evitare il rischio di eccessive somministrazioni. I rischi sono comunque pressoché nulli se l'infuso viene correttamente utilizzato in caso di presenza di coliche e simili sintomi, per un utilizzo limitato nel tempo e al quale ricorrere solamente in caso di necessità.



COMMENTI SULL' ARTICOLO