Come potare la vite

Come potare una vite: informazioni generali

Per comprendere come potare la propria vite da tavola, bisogna prima conoscere come questa cresce in natura: la potatura infatti riguarda la crescita, il carico di raccolto e la qualità del vino. Solitamente, quando la pianta germoglia, dai suoi semi comincia la propria vita all'ombra di un albero. Generalmente tutte le viti richiedono un sistema di supporto. In un ambiente naturale, la vite utilizza un sostegno come un albero e per qualche anno cresce lentamente per stabilire un sistema di radici, e comincerà ad aggrovigliarsi al sostegno, per raggiungerne l'apice e poter assorbire direttamente la luce del sole. La potatura della vite va generalmente fatta dopo la perdita di foglie della vite, quindi si denuda, per almeno un mese. Avviene durante i mesi invernali, da Dicembre a Marzo. Non lasciatevi spaventare. Molti novizi falliscono perché non potano abbastanza la pianta! Le operazioni non sono complesse, potatura e crescita sono attuate in ordine da ottimizzare la potenzialità della vite. Il vostro obiettivo sarà di mantenere un bilancio tra la crescita della pianta e la produzione fruttifera: così potrete capire come potare una vite da tavola.
potatura uva fragola

Cesoie da Potatura, Strumenti da Giardinaggio. Ottime per Sfoltire, per la Potatura a Mano, utilizzabili come Cesoie da Giardino e Fresa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,99€


Vite: l'importanza e il periodo della potatura

campi vite uva Sappiate che una potatura ben fatta migliorerà la qualità del vino ed abbasserà le possibilità di malattie alla pianta. Potate in modo tale che la chioma della pianta possa rimanere arieggiata e verso la luce solare: questo ridurrà le probabilità di essere colpita da infestazioni, putrefazione, muffa e che possa dare un pessimo gusto al vostro vino. Esistono varie pratiche che mantengono all'aperto la copertura, come tirare via i germogli meno proficui durante la crescita primaverile e nello "spennare" le foglie dalle zone con il frutto. Potare è in sostanza tagliare le canne indesiderate per consentire alla vine di produrre una più piccola e più intensamente saporita coltura l'anno seguente. Questa operazione è ottenuta utilizzando delle cesoie e tagliando circa il 90 % dei cespugli cresciuti l'anno precedente, risparmiandone un minimo per la produzione fruttifera della stagione in arrivo. Esistono due sistemi di potatura: il sistema a sperone, che è il sistema più semplice e più comune ed il più complesso sistema di potatura dei rami.

  • Grappolo d'uva nera La potatura della vite si esegue con tagli che si attengono a principi colturali differenti, secondo i quali è possibile stabilire in anticipo, il numero dei grappoli che la pianta dovrà dare e l'anno...
  • Potatura della vite La potatura della vite richiede una preparazione specifica. L'operazione infatti si diversifica da quella effettuata su tutte le altre specie vegetali a causa delle manipolazione che avvengono contest...

Cesoie da Potatura, Strumenti da Giardinaggio. Ottime per Sfoltire, per la Potatura a Mano, utilizzabili come Cesoie da Giardino e Fresa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,99€


Il sistema speronato, il più comune e semplice

potatura vite sperone Il sistema speronato è il più efficiente, popolare ed appropriato per le viti dalla media alla grande vigorosità. Classiche varietà come il Cabernet Sauvignon, Merlot e Syrah sono spesso potate con questo metodo. Il sistema speronato è uno stile per vigneti da giardino e viti che sono state fatte crescere su recinti e altri sistemi semplici di sostegno. La ragione della sua popolarità è che il sistema speronato è facile da compiere ed insegnare. È, in sostanza, come dare alla vite un "taglio corto", conservando un "braccio" , un tralcio sul filo fruttato come cordone permanente, e tagliare i cordoni sulla vite ogni anno per limitare la crescita. Basta camminare per la vite, seguirla, e tranciare tutti i rametti che tendono a spuntare e lasciare un paio di gemme pronte a nascere. Dovrete imparare a capire quanti germogli lasciare sulla vite, e come le vostre decisioni influenzeranno la sua crescita, vigorosità e la produzione fruttifera nei due anni seguenti. Sperimentate: producete il vostro vino e scegliete il miglior stile per voi! Non vi preoccupate per quanto riguarda la possibilità di danneggiare la vite; è più forte di quanto pensiate.


Come potare la vite: il sistema di potatura con tralcio

potatura vite tralcio Un secondo tipo di potatura è molto popolare per i vitigni borgognoni (Pinot, varietà da da climi freddi insomma). Questo tipo di potatura si fa per quelle viti che hanno assunto una forma selvaggia e richiedono di essere "domate." Prima si cercano due tralci che appaiono in salute, più spessi di una matita di al massimo tre volte. I tralci tendono ad essere meno fruttiferi se sono troppo grandi. Scegliete i rami che hanno avuto la posizione migliore per quanto riguarda l'esposizione solare durante l'anno precedente. Conservate questi tralci ed eliminate i restanti. L'unica cosa che dovrete risparmiare al taglio sarà una coppia di germogli sotto la cima della vite per far sì che nascano rinnovati i rami dell'anno successivo. Ora rimuovete tutte i tralci tagliati dal traliccio e avvolgete un ramo verso il filo che dovrà sostenere i frutti. I vantaggi di questo stile di potatura sono il riparo dal congelamento e la possibilità di avere nuovi spazi di crescita in primavera, permettendo alla luce solare di entrare oltre la copertura della vite. Certamente è una tecnica complessa, che richiede una buona manualità ed una certa esperienza!



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO