Potare l'olivo

Come potare l'olivo: consigli di base

Le numerose tcniche di potatura variano a seconda delle specifiche condizioni colturali e sulla base della variazione di determinati fattori sociali. Un elemento che potrà aiutare l'utente a comprendere come potare l'olivo consiste nell'attenta valutazione dell'età dell' impianto, del suo sistema di formazione, del carico delle colture, nonché circa l'uso del prodotto, le sue condizioni ambientali e la fertilità del suolo dove l'olivo è stato precedentemente piantato. In caso di dubbio è preferibile potare l'esemplare il meno possibile, procedendo dall'alto verso il basso ed effettuare dapprima i tagli massicci, seguiti da quelli di piccole dimensioni al fine di correggere le divergenze tra un ramo e l'altro, soprattutto per quanto concerne le dimensioni. Alcuni consigli pratici su come potare l'olivo (video) possono essere rinvenuti anche nel link seguente: https://www.youtube.com/watch?v=7UwB2DN_EM4
Alcune operazioni di base

FORBICI DA POTATURA PROFESSIONALI - Cesoie per Potare da Giardino per la Cura di Piante, Siepi ed Alberi da Frutto, Comoda e Versatile Cesoia Manuale ideale per piccoli & grandi Lavori di Giardinaggio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,16€
(Risparmi 33,83€)


L'assottigliamento e le tipologie di rami

Effettuare l'assottigliamento del proprio olivo significa compiere una vera e propria operazione di riduzione, che consiste nel sopprimere l'intero germoglio, o nel ridurre la lunghezza dell'asse principale tagliando vicino a un germoglio laterale o ramo, che poi assumerà il ruolo di ramo terminale. Un corretto assottigliamento va effettuato in modo che il taglio si opponga in maniera diretta al naturale portamento della pianta. Va poi fatta una adeguata distinzione tra i rami di prolungamento, (facilmente riconoscibili per il portamento pendulo) i succhioni, che nascono dalle gemmi latenti situate sul tronco, i polloni (collocati lungo il tronco e sulla ceppaia della pianta) ed infine i rami fruttiferi, vale a dire quelli che l’anno successivo fruttificheranno.

  • Pianta di Albicocco con frutti L'albicocco è una pianta originaria della Cina nord-orientale al confine con la Russia; la sua presenza data più di 4000 anni di storia. Da lì si estese lentamente verso ovest attraverso l'Asia centra...
  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Ramo di Ulivo L’olivo appartiene alla famiglia delle Oleaceae comprendente circa 30 generi, tra cui Fraxinus, Jasminum, Phillyrea Syringa, Ligustrum ed Olea. La specie Olea europaea presenta diversi aspetti morfolo...
  • Vite con uva La vite europea (Vitis vinifera sativa) appartiene al genere Vitis, famiglia delle Vitaceae, che è distinto in due sottogeneri: Muscadinia (comprendente le specie Vitis rotundifolia, Vitis munsoniana ...

Piante Mandorli Genco - 4 anni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 38,5€


Quando effettuare la potatura

Alcuni 'addetti ai lavori' durante la potatura dell'olivo La potatura deve essere effettuata tra la fine dell'inverno e la fioritura dell'albero di cui si è in possesso. Un taglio realizzato quando si ha ben chiaro come potare l'olivovstimolerà il metabolismo e la crescita dell'esemplare. In climi miti, senza gelate primaverili, la potatura può essere avviata anche in pieno inverno. Diverso è il discorso per le zone non temperate, ma con climi freddi, dove la potatura è rischiosa se effettuata prima che l'olivo germogli. Il gelo può infatti danneggiare il tessuto rimanente e ritardare la riparazione di una eventuale 'ferita'. Va inoltre sottolineato come una potatura effettuata con notevole ritardo non danneggi la pianta in maniera irreversibile, ma possa comunque ridurne la crescita vegetativa stagionale in modo piuttosto cospicuo.


Potare l'olivo: Intensità e frequenza di potatura dell'olivo

Alcuni olivi potati L'intensità di potatura deve essere regolata tenendo conto di tutti i fattori che influenzano il vigore delle piante, tra cui l'età, il carico delle colture, la fertilità del suolo, la disponibilità di acqua e la durata della stagione di crescita. Come regola generale, maggiore è l'intensità del taglio, più forte sarà la risposta vegetativa della pianta; ne consegue che la potatura dovrà essere più severa con alberi secolari e meno cospicua nel caso di alberi più 'giovani'.E' inoltre consigliabile aumentare l'intensità di potatura nel caso in cui gli alberi non siano potati ogni anno. Tuttavia, va detto che nella maggior parte dei casi, gli olivi vengono potati annualmente, il che è ampiamente consigliato quando si richiede il raggiungimento di un telaio rigido e/o una forma specifica.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO