Potatura della vite

Come eseguire la potatura della vite

Gli studi effettuati sulla potatura della vite, hanno stabilito che questa operazione ha un effetto determinante sullo sviluppo vegetativo e riproduttivo della pianta. Infatti, la qualità e la quantità di uva di un vigneto, dipenderà molto da come verrà effettuata la potatura. La vite sarà più forte se avrà molte foglie, ma questo andrà a discapito della produzione di fiori. Minore sarà il numero di gemme lasciate su un ramo, maggiore sarà lo sviluppo dei rami generati dalle gemme. Lo sviluppo dei grappoli sarà complementare ai rami che li porteranno. Il ramo verticale sarà destinato allo sviluppo vegetativo della pianta. Quello orizzontale o inclinato, favorirà la fruttificazione. Il grappolo si svilupperà e nascerà dai germogli che cresceranno sui tralci di vite di un anno, inseriti sul legno di almeno due. Attraverso la potatura si migliora la nutrizione della vite, perché vengono distribuiti, in modo più efficace gli elementi nutrizionali della pianta.
Operazione di potatura della vite

Forbice cesoia x potatura giardinaggio vigna vite cogliuva uva Sikurotech 30004

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,5€


Potatura della vite da tavola e a pergola

Vite a pergola La potatura della vite da tavola andrà effettuata secondo la tipologia dell'uva che sarà coltivata. Alcune viti richiederanno una coltivazione a ceppo corto, altra specie una palizzata a griglia. In quest'ultimo caso, si procederà secondo il principio trigemme e andrà fatto da febbraio a marzo. A fine inverno andrà effettuato un trattamento fungicida. Altro intervento di potatura andrà effettuato nel periodo autunno-invernale quando la pianta inizia il suo ciclo di riposo. La potatura a pergola, fa indirizzare la pianta verso l'alto fino a raggiungere anche i due metri d'altezza. Richiede l'utilizzo di pali di sostegno che consentano alla pianta di far attecchire i diversi germogli Quest'ultimi andranno fatti crescere liberamente. La stagione successiva, si procederà all'eliminazione dei tralci in eccesso.

  • Pianta di Albicocco con frutti L'albicocco è una pianta originaria della Cina nord-orientale al confine con la Russia; la sua presenza data più di 4000 anni di storia. Da lì si estese lentamente verso ovest attraverso l'Asia centra...
  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Ramo di Ulivo L’olivo appartiene alla famiglia delle Oleaceae comprendente circa 30 generi, tra cui Fraxinus, Jasminum, Phillyrea Syringa, Ligustrum ed Olea. La specie Olea europaea presenta diversi aspetti morfolo...
  • Vite con uva La vite europea (Vitis vinifera sativa) appartiene al genere Vitis, famiglia delle Vitaceae, che è distinto in due sottogeneri: Muscadinia (comprendente le specie Vitis rotundifolia, Vitis munsoniana ...

MASTICE PER INNESTI CON RAME confezione da 500 grammi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,59€


Potatura della vite ad alberello

vite ad alberello Per ottenere una vite ad alberello, bisogna iniziare la potatura da gennaio o al massimo entro la fine di febbraio, sempre e comunque in coincidenza con il periodo di luna calante. L'effetto della potatura sulla vite, è quello di far raggiungere un buon equilibrio tra foglie e grappoli. E' necessario intervenire su piante che abbiano al massimo due anni di vita. Ad ogni intervento di potatura, si dovrà lasciare, ad ogni branca dell'alberello, uno o più rami messi nell'anno in corso. Quindi si procederà a tagliare una o tre gemme come nuovo capo da frutto. Infine si reciderà il ramo dell'anno precedente. La pianta avrà raggiunto il suo equilibrio quando i germogli arrestano l'inizio della maturazione dei frutti, senza però inibire la maturazione del grappolo. L'intero ciclo dura circa due anni e andrà ripetuto ad ogni intervento di potatura.


Periodo di potatura della vite

Operazioni di potatura Come si è visto, la potatura della vite, ma per qualunque altro tipo di pianta, è una delle operazioni basilari per la salute e la buona riuscita della fruttificazione. Sbagliare però il periodo, inficerebbe tutto il lavoro svolto, in quanto porterebbe la perdita, da parte della pianta, di una quantità tale di sostanze nutrizionali da farla arrivare, in certi casi, sino alla morte. Un altro dei problemi causati dall'errato periodo di potatura della vite, è la rapida essiccazione delle gemme o ritardata germogliazione; in entrambi i casi il danno sarebbe enorme. Potare presto significherebbe esporre le gemme ad un sole troppo caldo, mentre farlo troppo tardi significherebbe avere ancora i grappoli in pianta all'arrivo dei primi freddi, danneggiandoli. Ovviamente il periodo deve variare a seconda della zona climatica di insediamento della vigna; in zone calde si poterà verso fine inverno, mentre in zone a clima più freddo al massimo l'operazione va effettuata in tardo autunno, poco dopo la raccolta.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO