Siepe highlander

Le principali caratteristiche delle diverse tipologie di siepe

La siepe si compone di piante o arbusti coltivati in filare a stretto contatto, in modo da formare una massa unica, più o meno folta e compatta a seconda della funzione per cui è stata creata. Vi sono infatti siepi basse che delimitano una proprietà, un'area del giardino o rendono più accogliente un vialetto d'ingresso; siepi più alte, molto fitte, perfette per proteggere dalla vista degli estranei, dalla luce o dal vento; siepi formate da arbusti intricati e spinosi, come la Pyracantha, che formano una barriera veramente inestricabile, più efficace e certamente più gradevole di una fredda rete metallica. Di solito infatti le siepi oltre ad una funzione pratica predominante ne hanno anche una ornamentale, in particolare le belle siepi schermanti realizzate con piante dalle graziose e profumate fioriture. Ci sono poi le siepi il cui unico scopo è quello di decorare spazi esterni, pubblici e privati, che vengono scolpite con cura nelle più varie forme per colpire i visitatori, come nei classici giardini all'italiana dei signori rinascimentali.
Siepi di diverse altezze

CESOIE TELESCOPICHE DA 56 CM - Affilate e facili da usare - Cesoie da giardino in acciaio resistenti agli urti e alla ruggine - Forbici professionali per lavori di giardinaggio, potature e rifiniture - SODDISFAZIONE GARANTITA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,9€


Cosa si intende per siepe highlander e come si presenta

Bosso Sempervirens HighlanderCon la definizione di siepe highlander, dall'immortale protagonista dell'omonimo film, si intende una siepe realizzata con piante dotate di grande forza e resistenza, appunto quasi immortali, che presentano specifiche caratteristiche comuni: la capacità di crescere molto velocemente e la notevole resistenza alle malattie e alle condizioni climatiche avverse. Resistono infatti al caldo come al freddo molto intenso, addirittura riescono a vegetare e ad essere rigogliose sotto la neve. Non esiste una specifica pianta chiamata highlander, tale termine viene infatti associato alle varietà più resistenti di alcune specie, recentemente è stata individuata, ad esempio, una cultivar highlander di Bosso, caratterizzata da una crescita molto veloce. Le piante highlander usate per le siepi sono in genere arbustive o rampicanti, spesso provenienti dal continente asiatico, selezionate in base a longevità, velocità di crescita e resistenza, come una varietà di ciliegio giapponese, molto infestante.

  • Sorbus aucuparia Il Sorbo degli uccellatori (Sorbus aucuparia) appartiene alla famiglia delle Rosaceae e deve il suo nome al fatto che attraendo l’avifauna con le sue bacche, veniva piantato vicino agli impianti per l...
  • Divano per esterni Il giardino è uno spazio verde non solo del quale prendersi cura, ma anche dal quale farsi accogliere per trascorrere nel confort e nel relax il proprio tempo libero, in una dimensione tranquilla e ri...
  • Tavolo da giardino in legno Per un amante degli spazi all'aria aperta, il giardino non è solo un colorato angolo decorativo che introduce all'abitazione, ma è parte integrante dell'ambiente domestico nel quale vivere la propria ...
  • Ombrellone da giardino Con una spesa contenuta e poche semplici operazioni, è possibile ricreare zone d'ombra in qualsiasi giardino e in qualsiasi momento della giornata, grazie alle infinite varietà di ombrelloni presenti ...

Cesoie di potatura di Gelindo con tagliente lama in acciaio al carbonio SK-5 - meno sforzo - Anti maniglie in gomma antiscivolo - meccanismo di sblocco semplice - perfetto per gli alberi di mele, Rose & siepi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€
(Risparmi 27€)


Siepe highlander: le specie più spesso utilizzate

Siepe di Ilex crenata Highlander Tra le specie più forti e resistenti adatte a formare siepi vi è sicuramente l'Ilex crenata highlander, una varietà di agrifoglio giapponese alta in media 3 metri, compatta e a portamento verticale, simile al Bosso, perfetta per siepi basse e bordure. Resiste a temperature di meno 30 °C, e anzi il fogliame rimane verde lucido per tutto l'inverno, verso maggio presenta fiori bianchi poco appariscenti e in autunno produce piccole bacche nere. Un'altra tra le specie più resistenti, forse la più usata come siepe alta è, tra le conifere, il Cipresso di Leyland, un ibrido ottenuto casualmente, particolarmente longevo e robusto. Ha una crescita molto veloce e raggiunge facilmente un'altezza di 25 metri, sopporta l'inquinamento, l'aria salmastra, la siccità e il freddo intenso, con temperature di meno 20 °C. Altrettanto resistente è il Polygonum baldschuanicum, anche noto come Fallopia baldschuanic, un arbusto rampicante ideale per ricoprire rapidamente muretti e recinzioni; può raggiungere i 15 metri di altezza, ha piccole foglie lanceolate e produce fiorellini bianchi in primavera e autunno.


Come creare e mantenere nel tempo una siepe highlander

Siepe di Cipresso di Leyland Per realizzare una bella siepe occorre porre a dimora tutti gli esemplari nello stesso momento, scavando una buca per ogni pianta, ad una distanza di circa 60-80 cm l'una dall'altra e lavorare il terreno, aggiungendo terriccio e concime per renderlo più fertile e drenante. In genere queste siepi sono autosufficienti, nel senso che se il clima non è troppo secco ed il terreno è quello giusto per il tipo di pianta, ricavano naturalmente l'acqua ed i nutrimenti necessari alla propria sopravvivenza. Occorre annaffiarle infatti solo se si nota che il terreno è completamente asciutto, di solito in estate, ed è più che sufficiente una concimazione ad inizio primavera. Una siepe highlander, pertanto, non richiede attenzioni particolari per crescere e svilupparsi in modo rigoglioso, ma anzi proprio per le sue caratteristiche deve essere curata per non divenire infestante e fuori controllo. A tal fine è necessario intervenire con potature più frequenti che per altri tipi di siepe, almeno due volte l'anno, inizialmente per darle la forma desiderata ed in seguito per contenerne lo sviluppo ed eventualmente eliminare rami secchi o malati.




COMMENTI SULL' ARTICOLO