Viburno

Quando e quanto irrigare

Il genere di piante denominato Viburno comprende centinaia di specie e varietà differenti a foglia caduca oppure sempreverdi. Se i vegetali vengono coltivati in vaso, si deve avere cura di irrigare regolarmente e in maniera costante, a partire dalla stagione primaverile e per i successivi mesi estivi. Con l'arrivo dell'autunno le annaffiature vanno diradate gradatamente e vengono del tutto sospese in inverno. Gli arbusti di Viburno temono i ristagni idrici ed è opportuno proteggerli dalle annate eccessivamente piovose, assicurando sempre il corretto drenaggio delle innaffiature. Non richiedono particolari attenzioni gli esemplari cresciuti in piena terra. Infatti, in questi casi le irrigazioni sono indispensabili soltanto in tarda primavera e nei mesi estivi più caldi, come luglio e agosto.
Cespuglio viburno

Pyracantha "Orange Glow" [Vaso Ø18cm]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,8€


Come prendersene cura

Infiorescenze viburno Gli arbusti di Viburno possono essere coltivati facilmente in diversi contesti climatici, crescendo sempre in maniera rigogliosa. Questo genere di vegetali si caratterizza principalmente per il portamento eretto oppure arrotondato. Non amano i terreni troppo sciolti e prediligono i substrati umidi e soffici, composti preferibilmente da terriccio da giardino, torba e sabbia grossolana. Resistono molto bene alle condizioni climatiche impervie, sopportando le temperature invernali al di sotto dei -10°C. Le piante di Viburno devono essere protette dalle correnti forti e dai venti provenienti da nord, che possono ledere il fogliame e l'apparato radicale. Per stimolare la nascita di nuovi getti fogliari, è consigliabile potare questi vegetali al termine della stagione invernale.

  • Un esemplare di Viburno in fiore Appartenente alla famiglia delle Caprifoliaceae, il Viburnum è un genere di piante che conta ben duecento specie diverse al suo interno. Provenienti dall'Europa e dall'Asia, sono una componente quasi ...
  • potatura siepe Tutti noi conosciamo l’importanza che un giardino ha per il suo proprietario; innanzitutto per esso la maggior parte delle persone fanno tantissimi sacrifici, inseguendo un desiderio spesso tenuto nel...
  • Photinia potatura La photinia è uno degli elementi verdi più diffusi nei giardini e in particolare nei piccoli spazi urbani, dove delimitare piccoli lembi di terra può essere un'esigenza che si lega a quella di creare ...
  • siepi Si vedono spesso in città, nei giardini privati e nelle zone rurali. Stiamo parlando delle siepi, interminabili filari di piante e arbusti creati sia a scopo decorativo che a scopo protettivo. Le sie...

Greenbrokers Limited 2 bossi Artificiali Ornamentali a Spirale (120 cm)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 116,44€
(Risparmi 0,79€)


Quando e come concimare

Fiori pianta giardino Per ottenere piante di Viburno forti e rigogliose, è sempre consigliabile somministrare un buon fertilizzante in alcuni periodi dell'anno. Alla fine dell'inverno è possibile dispensare un concime organico maturo, da miscelare agli strati superiori del substrato. L'operazione viene ripetuta anche in autunno in previsione della vicina stagione fredda. Si può optare anche per una soluzione liquida completa, ricca di potassio e fosforo, da diluire nell'acqua delle irrigazioni all'incirca ogni 20 giorni. Il periodo più indicato è a partire dal mese di marzo, fino all'arrivo dei mesi autunnali. In alternativa, è possibile scegliere un concime granulare a lenta cessione da fornire sempre all'inizio della primavera e in autunno. All'occorrenza si può ricorrere anche all'utilizzo di solfato di ferro.


Viburno: Esposizione, malattie e rimedi

Cespuglio pianta giardino Le piante arbustive di Viburno, cresciute in contesti territoriali dal clima continentale, prediligono le esposizioni luminose e ben soleggiate. Invece, gli esemplari coltivati nelle regioni meridionali devono avere una collocazione fresca e preferibilmente a mezz'ombra, al riparo dal sole delle ore più calde. Sono vegetali resistenti e raramente possono essere colpiti da attacchi parassitari, come gli afidi. In questi casi, è possibile intervenire con un batuffolo di cotone imbevuto d'alcol, eliminando manualmente gli insetti. In alternativa, è indicato impiegare un insetticida specifico. Inoltre, un altro nemico insidioso delle piante di Viburno può essere lo oidio detto anche mal bianco. Per evitare il diffondersi della patologia fungina, è importante utilizzare prodotti a base di rame e zolfo.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO