Raccolta pomodori

Il pomodoro: dalla semina al raccolto

Il pomodoro non richiede particolari tipi di terreno per la sua coltivazione. La semina può avvenire nel semenzaio, un contenitore riparato con copertura o a campo aperto. Alla nascita delle piantine, vengono selezionate le più solide e robuste che saranno trapiantate, mentre quelle fragili sono eliminate. Il trapianto avviene solitamente durante il mese di maggio. Prima della semina è necessario concimare il terreno con letame, mentre dopo il trapianto occorre un concime ad alto contenuto di fosforo, ma anche potassio e azoto. Il pomodoro richiede innaffiature abbondanti e costanti. Durante la crescita si procede con la cimatura per evitare che la pianta si sviluppi in altezza cercando di concentrare le energie sui frutti nascenti, e con la scacchiatura, cioè l'eliminazione dei germogli che si sviluppano lateralmente.
pomodoro

CESTA FORATA l.40 56x35 h.31 IMP+INF ICS [ICS ]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,31€


L'orto è pronto: la raccolta dei pomodori

Raccolta dei pomodoriLa raccolta dei pomodori avviene dal mese di luglio a settembre. Essi possono essere raccolti al raggiungere dei diversi stadi di maturazione. Infatti se destinati ad essere consumati crudi all'insalata, per esempio, possono essere raccolti anche ancora verdi o rosati, con i semi ancora bianchi internamente. Quelli destinati alla cottura vengono raccolti a maturazione più avanzata, quando il colore diventerà rosso acceso e i semi internamente saranno diventati marroni. Ricordiamo, tuttavia, che il pomodoro proseguirà la sua maturazione anche dopo raccolto. La raccolta del pomodoro avviene quasi esclusivamente a mano, e solitamente nelle ore più fresche della giornata. Esse vengono riposte in cassette areate e caricate immediatamente per raggiungere i mercati o le industrie di destinazione.

    Speedwox 15,2 cm forbici UVA forbici professionali da giardino mano cesoie da giardinaggio strumento per alberi da frutto decespugliatori lama dritta forgiato in acciaio al carbonio, serratura di sicurezza

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,99€


    Le diverse varietà di pomodoro esistenti

    Varietà del pomodoro Tra le varietà di pomodoro più conosciuti ricordiamo il Ciliegino dalla forma tondeggiante, piccolo e dal sapore dolciastro. Il tondino, di grosso calibro che viene raccolto verde-arancione o rosso maturo. Il Pizzutello di piccole dimensioni, tondo col caratteristico pizzetto e dal sapore molto gustoso. Simile è il Fiaschetto ma di forma allungata. Diversi solo per il colore il Genovese (rosso intenso) e il Corleonese (rosso rosato) entrambi molto costoluti e di grosse dimensioni, il primo di forma tondeggiante, il secondo schiacciato. Famosissimi anche il pomodoro San Marzano originario della omonima località nel salernitano, dalla forma grande e allungata e dalla consistenza croccante, e il pomodoro Sorrento, costoluto e di colore rosato, dal calibro medio-grande e sapore delicato e dolce.


    Raccolta pomodori: I mille impieghi del pomodoro: cotto o crudo?

    Il sovrano della cucina mediterranea Ma quante cose possiamo fare con i pomodori? Innanzitutto in cucina essi sono indispensabili alla preparazione di tantissime ricette, dove recitano la parte da protagonista o spesso solo il ruolo da comparsa. Possono essere consumati crudi, all'insalata, nel panino e sulla pizza, o cotti interi o sottoforma di sughi al sapore di mare o di terra. Sono ideali per la preparazione sia di primi che di secondi piatti, oltre che per accompagnare carne pesce o verdure. L'industria alimentare ha trasformato il pomodoro nel sovrano indiscusso degli alimenti conservati. Basti solo immaginare le diverse alternative di pomodori in scatola: passati, a cubetti, pelati, concentrato, sughi pronti. Ma non abbiamo ancora finito, ci sono i deliziosi pomodori essiccati, venduti al naturale o conditi sott'olio.


    Guarda il Video
    • raccolta pomodori Il pomodoro è una pianta erbacea che trae la propria origine dall’America Latina, presenta fiori di colore giallo che si
      visita : raccolta pomodori

    COMMENTI SULL' ARTICOLO